Indice del forum Studi Calabresi
Forum del Circolo di Studi Storici "Le Calabrie"
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Famiglia Spanò di Gerace
Vai a Precedente  1, 2
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze documentarie della storia
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Gio Feb 22, 2018 2:59 am    Oggetto: Ads

Top
Phersu



Registrato: 20/02/08 13:17
Messaggi: 1806
Residenza: Etruria meridionale

MessaggioInviato: Dom Apr 13, 2014 2:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

da Fiore ha scritto:
(...) In genere ci sono trasformazioni che si spiegano con errate interpretazioni dello stemma originario e travisamento delle figure, ma qui mi sembra troppo diverso... (...)

Sì, è troppo diverso per essere una "semplice" variante dello stemma originario.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


un simbolo è qualcosa in più
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

della somma delle sue parti
Top
Profilo Invia messaggio privato
Phersu



Registrato: 20/02/08 13:17
Messaggi: 1806
Residenza: Etruria meridionale

MessaggioInviato: Dom Apr 13, 2014 2:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

Scinuso ha scritto:
Circa il fatto che gli stemmi vengano cambiati (proprio sostituiti da altri) nel corso delle generazioni, davvero non ho ipotesi. A meno di chiamare in causa un certo pressappochismo del nostro notabilato Smile che risente gli influssi di un certo medioevalismo romantico di fine ottocento, e si mette a dare "toni" medievaleggianti alle belle armi tradizionali. Certo la torre con il sinistrocherio potrebbe sembrare una costruzione troppo complessa per farne il frutto di un'improvvisazione poco colta e tarda... (...)

Giusto.
Occorre aggiungere un altro dato di fatto: fra gli stemmi Spanò degli schizzi settecenteschi e le versioni ottocentesche così differenti, c'è stato l'intervallo napoleonico.
Il quale ha costituito una cesura sotto molti punti di vista, compreso quello araldico.
Famiglie di "antico regime" ebbero lo stemma cambiato da Napoleone, a volte in maniera radicale.
Non dico che ciò accadde anche agli Spanò, ma il fenomeno potrebbe aver dato loro un ottimo spunto.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


un simbolo è qualcosa in più
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

della somma delle sue parti
Top
Profilo Invia messaggio privato
messer giorgio



Registrato: 09/03/08 23:57
Messaggi: 1330
Residenza: Gerace - Locri

MessaggioInviato: Dom Apr 13, 2014 4:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

Nel 1748 esiste un Rev.do Giovanni Battista Spanò della Terra di Ardore!

Fonte: Von Lobstein

_________________
Cordialmente, Messer rk01_acavallo Giorgio.

Chi riconosce il valor altrui, accresce il proprio. (V. Zangara)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Abate Correale



Registrato: 21/01/07 21:09
Messaggi: 532
Residenza: Urbs ac Hieracensis dioecesis

MessaggioInviato: Dom Apr 13, 2014 6:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

messer giorgio ha scritto:
Nel 1748 esiste un Rev.do Giovanni Battista Spanò della Terra di Ardore!

Fonte: Von Lobstein


Sì, l'avevo visto nel bollario.
Non credo però che il nostro Giovanni Battista sia di Ardore.
Nel catasto di Gerace pubblicato da Vincenzo Cataldo risulta che l'abate Giovanni Battista Spanò di anni 51 (detto di Gerace) vive con i fratelli Nunziato (sposato con un figlio chiamato Michele), don Gregorio, Nunziata, Francesca e la madre Concetta Perri. Guardare ai nuclei n.352 p.282 e n.470 p.339

Abbiamo la genealogia degli Spanò geracesi fino a inizio Settecento?
Almeno capiremmo se la famiglia di questo Giovanni Battista e gli attuali Spanò sono collegati.

Questo Giovanni Battista Spanò di Ardore chi è? Mistero.
Nel catasto di Ardore pubblicato da Filippo Racco esiste un Magnifico Domenico Spanò figlio del quondam Giovanne e della Magnifica Francesca Romeo Marito d’anni 46. Questo ha un figlio chiamato Giovanni Battista che però ha solo 16 anni...

_________________
Ex abundantia enim cordis os loquitur (Mt 12,35)
Top
Profilo Invia messaggio privato
messer giorgio



Registrato: 09/03/08 23:57
Messaggi: 1330
Residenza: Gerace - Locri

MessaggioInviato: Dom Apr 13, 2014 7:14 pm    Oggetto: Rispondi citando

La domanda:

Poteva l'abate Spanò disegnare il suo stemma con cappello e nappe nere invece dello stemma di famiglia??????

...scusate l'ardire!

_________________
Cordialmente, Messer rk01_acavallo Giorgio.

Chi riconosce il valor altrui, accresce il proprio. (V. Zangara)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
messer giorgio



Registrato: 09/03/08 23:57
Messaggi: 1330
Residenza: Gerace - Locri

MessaggioInviato: Dom Apr 13, 2014 8:13 pm    Oggetto: Rispondi citando

Abate Correale ha scritto:

L'ultimo battesimo firmato dallo Spanò mi sembra di averlo individuato il 4.5.1769. Dunque è rimasto parroco per 42 anni e dovrebbe essere nato verso il 1690/95.


Dal 1764 è Parroco D. Diego Gullace Rolling Eyes

Nel catasto di Gerace, come correttamente scrivi, il nostro abate è conteggiato due volte: con il fratello e da solo!

...è possibile che siano uno lo Spanò di Gerace (con il fratello) e l'altro (da solo) lo Spanò di Ardore?

Questo spiegherebbe l'assenza nel catasto di Ardore in quanto censito a Gerace!

_________________
Cordialmente, Messer rk01_acavallo Giorgio.

Chi riconosce il valor altrui, accresce il proprio. (V. Zangara)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Phersu



Registrato: 20/02/08 13:17
Messaggi: 1806
Residenza: Etruria meridionale

MessaggioInviato: Dom Apr 13, 2014 8:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

messer giorgio ha scritto:
La domanda:
Poteva l'abate Spanò disegnare il suo stemma con cappello e nappe nere invece dello stemma di famiglia?????? (...)

Domanda eccellente, carissimo Messere!

Forse l'abate Spanò non teneva a evidenziare il proprio status?
In fondo, la modestia dovrebbe essere una delle doti di un religioso.
E sottolineo dovrebbe...
Twisted Evil

L'assenza di cappello prelatizio potrebbe indicare che lo stemma non era il suo.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


un simbolo è qualcosa in più
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

della somma delle sue parti
Top
Profilo Invia messaggio privato
messer giorgio



Registrato: 09/03/08 23:57
Messaggi: 1330
Residenza: Gerace - Locri

MessaggioInviato: Dom Apr 13, 2014 9:24 pm    Oggetto: Rispondi citando

Può avere a che fare?


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________
Cordialmente, Messer rk01_acavallo Giorgio.

Chi riconosce il valor altrui, accresce il proprio. (V. Zangara)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Abate Correale



Registrato: 21/01/07 21:09
Messaggi: 532
Residenza: Urbs ac Hieracensis dioecesis

MessaggioInviato: Dom Apr 13, 2014 9:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

messer giorgio ha scritto:
Dal 1764 è Parroco D. Diego Gullace Rolling Eyes

Nel catasto di Gerace, come correttamente scrivi, il nostro abate è conteggiato due volte: con il fratello e da solo!

...è possibile che siano uno lo Spanò di Gerace (con il fratello) e l'altro (da solo) lo Spanò di Ardore?

Questo spiegherebbe l'assenza nel catasto di Ardore in quanto censito a Gerace!


La famosa bolla del 1804 che riporta i nomi dei sacerdoti di tutte le parrocchie è in parte errata, specie nelle date. La cosa migliore è guardare un sacerdote negli atti fino a quando risulta un parroco. Giovanni Battista Spanò fino al maggio 1769 si firma come parroco e dunque è lecito pensare che tale fosse rimasto fino alla sua morte nel luglio 1769.

Per quanto riguarda il doppio conteggio sia nella popolazione sia tra i sacerdoti questo era normale perché il catasto onciario è anzitutto un documento fiscale e i sacerdoti godevano di un regime fiscale diremmo oggi agevolato. Se fai caso infatti dei numerosi beni che possiede lo Spanò paga solo 8 once perché gli sono dedotti 30 ducati del suo patrimonio sacro tra cui la casa dove abita lui con la sua famiglia.

Quello di intestare i beni di famiglia a un membro sacerdote era un escamotage comune. Se fai caso infatti a Gerace molti nobili abitano nella casa di un sacerdote di famiglia.

Concordo comunque che occorre trovare il nesso genealogico tra i rami della famiglia di Ardore e Gerace (e magari Roccella).

_________________
Ex abundantia enim cordis os loquitur (Mt 12,35)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Abate Correale



Registrato: 21/01/07 21:09
Messaggi: 532
Residenza: Urbs ac Hieracensis dioecesis

MessaggioInviato: Dom Apr 13, 2014 9:48 pm    Oggetto: Rispondi citando

Phersu ha scritto:
L'assenza di cappello prelatizio potrebbe indicare che lo stemma non era il suo.


Lo stemma era il suo perché nella pagina del volume c'è il suo nome scritto grandissimo e sotto lo stemma.

Direi piuttosto che forse l'abate Spanò non era un esperto araldista poiché la coda del leone non è rivolta verso l'interno come sarebbe normale ma illeopardita sempre che una coda si possa definire tale...

Dunque dubito che conoscesse la differenza tra uno stemma di famiglia e uno stemma personale. Oltretutto di stemmi prelatizi mi sembra che a Gerace non ce ne siano...

_________________
Ex abundantia enim cordis os loquitur (Mt 12,35)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Phersu



Registrato: 20/02/08 13:17
Messaggi: 1806
Residenza: Etruria meridionale

MessaggioInviato: Dom Apr 13, 2014 11:11 pm    Oggetto: Rispondi citando

messer giorgio ha scritto:
Può avere a che fare?


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


...se non mi sbaglio, questo è lo stemma Oliva nel mosaico della lunetta all'ingresso laterale sinistro del duomo di Gerace... Shocked
...che in effetti ha albero, leone e astro in comune col disegno dello Spanò...

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


un simbolo è qualcosa in più
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

della somma delle sue parti
Top
Profilo Invia messaggio privato
Abate Correale



Registrato: 21/01/07 21:09
Messaggi: 532
Residenza: Urbs ac Hieracensis dioecesis

MessaggioInviato: Lun Apr 14, 2014 6:45 am    Oggetto: Rispondi citando

Phersu ha scritto:
...se non mi sbaglio, questo è lo stemma Oliva nel mosaico della lunetta all'ingresso laterale sinistro del duomo di Gerace... Shocked
...che in effetti ha albero, leone e astro in comune col disegno dello Spanò...


Non lo terrei troppo in considerazione perché ci sono più elementi non in comune di quelli in comune..

Poi il fatto che lo stemma disegnato da Giovanni Battista Spanò sia molto simile a quello degli Spanò di Reggio e di Sicilia non pone dubbi sull'attribuzione. Resta da capire perché in seguito adottarono uno stemma diverso ..

_________________
Ex abundantia enim cordis os loquitur (Mt 12,35)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Phersu



Registrato: 20/02/08 13:17
Messaggi: 1806
Residenza: Etruria meridionale

MessaggioInviato: Lun Apr 14, 2014 6:47 pm    Oggetto: Rispondi citando

Embarassed Scusa, avevo bypassato questa tua risposta:
Abate Correale ha scritto:
Lo stemma era il suo perché nella pagina del volume c'è il suo nome scritto grandissimo e sotto lo stemma.

Avresti modo di farci vedere la foto di tutto il foglio, per favore? Wink

Direi piuttosto che forse l'abate Spanò non era un esperto araldista poiché la coda del leone non è rivolta verso l'interno come sarebbe normale ma illeopardita sempre che una coda si possa definire tale...

La coda del leone del primo stemma mi sembra normalmente allungata al di sopra della schiena dell'animale.
I fogliami che compongono lo scudo, e le piccole proporzioni della coda rispetto al resto, contribuiscono a renderla poco visibile.
Che non fosse un araldista è possibile.
Però (parlo sempre del primo stemma) lo Spanò si è dedicato a delineare una forma di scudo tutt'altro che elementare, anzi particolarmente "di moda" per i suoi tempi.
E si è soffermato su una corona limitata al cerchio, ma (a suo modo) elaborata e non "tirata via".
Forse non era esperto, ma attento sì che lo era.
Quindi, per logica, parrebbe improbabile che ignorasse la differenza fra stemmi laici e stemmi religiosi...


Dunque dubito che conoscesse la differenza tra uno stemma di famiglia e uno stemma personale. Oltretutto di stemmi prelatizi mi sembra che a Gerace non ce ne siano...

Laughing
...beh, penso però che ai tempi dello Spanò ci fosse almeno lo stemma Calceopulo nel bel mezzo della cattedrale di Gerace...
Twisted Evil Wink

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


un simbolo è qualcosa in più
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

della somma delle sue parti
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze documentarie della storia Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Confirmed

Page generation time: 4.853