Indice del forum Studi Calabresi
Forum del Circolo di Studi Storici "Le Calabrie"
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

passaggio del Caravaggio dalla Calabria........
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Storia Moderna
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Gio Feb 22, 2018 8:13 pm    Oggetto: Ads

Top
Fratg



Registrato: 01/07/07 16:33
Messaggi: 8
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Lun Ott 08, 2007 12:01 pm    Oggetto: passaggio del Caravaggio dalla Calabria........ Rispondi citando

Gentili frequentatori del forum,
stavo cercando informazioni sul passaggio del caravaggio dalla Calabria, sembra infatti che dopo aver fatto un omicidio a Roma il caravaggio scappò a Malta, ma fermandosi a Napoli, in Calabria (non so dove però e lo vorrei sapere), e a Messina .....poi si imbarcò per Malta.....
Avete dunque informazioni riguardo il passaggio di tale personaggio lungo la terra calabrese ???

ringrazio anticipatamente

Francesco
Top
Profilo Invia messaggio privato
zaleukos



Registrato: 18/01/07 17:16
Messaggi: 53
Residenza: Locri

MessaggioInviato: Mar Ott 09, 2007 11:54 am    Oggetto: Rispondi citando

Ciao carissimo...innanzitutto i miei cordiali saluti...
Veniamo al dunque...Caravaggio in Calabria?...Beh sono un po scettico...
Leggendo sulla sua vita, anche io pensavo che Caravaggio essendo scappato da Roma, poi arrivato da Napoli fino a Malta per poi esser di nuovo scappato fino in Sicilia...una tappa in Calabria l'avesse potuta pur fare.
Però vorrei fare una piccola riflessione in merito, secondo me però per un artista fare una tappa, significa lasciare un opera concreta sul territorio...che poi sia passato alla locanda "du zi micu" a villa san giovanni (che ancora nemmeno esisteva ehehhe) poco conta non credi?
In ogni caso il passaggio del Caravaggio in Calabria penso sia solo un ipotesi attribuita, e rileggendo qua e la, non ho ancora trovato notizie che attestino un certo soggiorno di Caravaggio in Calabria!
Sicuramente qualche influenza caravaggiesca c'è stata!
Napoli era in quel periodo storico, un polo culturale internazionale, e i rari artisti calabresi si recavano a Napoli per approfondire i loro studi.
Quindi se parliamo di Caravaggio in persona sono un pochino scettico, se parliamo di influnza caravaggiesca...beh li è un altro conto.
C'è da dire inoltre che le opere venivano commissionate in Calabria, da ordini monastici, famiglie nobili e figure di alto rango ecclesiale.
Per la curiosità, il Caravaggio a Napoli soggiornava dai Carafa-Colonna...una ramo sottofamiliare dei Colonna di Roma (importante famiglia romana).
Non so però se i Carafa di Napoli, (famiglia anch'essa nobile) siano quei famosi Carafa rinominati in Calabria e nella Locride.
zaleukos Shocked

_________________
La mia visione del mondo la conosco così bene perchè mi piace vederla di presenza! cit. personale!
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Fratg



Registrato: 01/07/07 16:33
Messaggi: 8
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Mar Ott 09, 2007 11:26 pm    Oggetto: Rispondi citando

Gentile Zaleukos, ti ringrazio per la risposta, effettivamente in tutti i posti in cui il caravaggio ha soggiornato ha lasciato una qualche sua opera, o testimonianza del suo passaggio.....
Ed in Calabria non penso ci siano opere a lui attribuite........eppure un'altra riflessione andrebbe fatta: vedendo opere che ritraggono la calabria nel passato è evidente una certa difficoltà nel transito, per mancanza di strade per la conformazione del territorio ecc, ecco proprio per questo io non penso sia riuscito a passarci sensa dover soffermarsi da qualche parte.
Da quì le mie domande è possibile che del suo passaggio non vi sia rimasta traccia??? ed inoltre è plausibile pensare che un personaggio illustre come era il caravaggio ai suoi tempi avesse trovato alloggio solo alla locanda "du zi micu"????? (solitamente personaggi così illustri venivano ospitati dalle persone importanti del luogo).....
Grazie ancora della risposta
Francesco
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fratg



Registrato: 01/07/07 16:33
Messaggi: 8
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Mar Ott 09, 2007 11:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

chiedo scusa quasi mi dimenticavo di rispondere alla sua di domanda..... nonostante io non sia un esperto di genealogia, ritengo, ma non ho la certezza, che i famosi Carafa siano un'unica famiglia che soggiornava a Napoli, ma che possedeva i feudi in Calabria.......
Sono tante le famiglie che si dividevano tra la Calabria e Napoli...... Penso dunque che siano la stessa famiglia ma non ne sono sicuro appena avrò conferma le farò sapere...
Francesco
Top
Profilo Invia messaggio privato
Scinuso



Registrato: 16/01/07 21:42
Messaggi: 1185
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mer Ott 10, 2007 12:08 am    Oggetto: Rispondi citando

Confermo io, senza dubbio.
Il ramo più famoso della famiglia napoletana Carafa era noto col nome di Roccella, dal predicato del grande Principato in Calabria Ultra.


saluti,

S.
Top
Profilo Invia messaggio privato
zaleukos



Registrato: 18/01/07 17:16
Messaggi: 53
Residenza: Locri

MessaggioInviato: Mer Ott 10, 2007 11:52 am    Oggetto: Rispondi citando

Beh la riflessione che tu fai, gentile Francesco, è senz'altro logica, ma non certa, però può essere un'ipotesi.
Non dimentichiamoci però che il Caravaggio era un artista, un artista un po particolare a quei tempi, e la sua indole caratteriale era ben nota anche ai signorotti di un tempo.
A Roma arriva come un pezzente e fatica a farsi strada tra i "big" del tempo...poi fugge dalla capitale, per ben ovvi motivi artistico - sociali, si rifugia a Napoli.
A Napoli è un altra musica, è un artista per certi versi sconosciuto, e quindi apprezzato per il suo stile cupo.
Sicuramente sarà stato invitato a Malta da qualcuno, non penso che gli sia saltato per la testa tutt'ad un tratto di dire "vado a Malta"!
Li a Malta poi in un primo periodo è stato osannato, ha lasciato opere, ma poi anche li ha avuto seri problemi sociali ed è scappato verso Siracusa!
(ecc ecc ecc...)
Ma proviamo a tirare giù altre ipotesi sul viaggio, ad esempio un viaggio in nave Napoli - Malta! non credi sia logico anche questo?
Io personalmente attribuirei più questo, perchè se il Caravaggio fosse passato in Calabria, non darei per scontato il fatto che si fosse potuto fermare per molto tempo.
Cioè secondo me, il Caravaggio a Napoli ricevette un'importante commissione che lo spinse a Malta, ciò gli comportò di non perdere tempo durante il viaggio!
E se anche Caravaggio fosse passato via terra, non penso che avrebbe ricevuto il "tappeto rosso di benvenuto" sulle strade calabresi, la popolazione non era nelle condizioni di apprezzare l'arte e l'artista era considerato in un certo senso un personaggio stravagante e misterioso! (poi specialmente Caravaggio)...
La sua fama a Napoli mi da conferma del fatto che forse lui non passò dalla Calabria, pensiamo un po ai vari insediamenti nobili calabresi, sarebbe stato un prestigio avere all'interno un opera del maestro napoletano...eppure...non abbiamo nulla!!!vuoto...zero...nemmeno uno scritto o una testimonianza...
Qusto mi fa pensare che Caravaggio o passò via mare, o se passò via terra ci passò solo come turista di passaggio...
...scambio di ipotesi...
zaleukos Very Happy

_________________
La mia visione del mondo la conosco così bene perchè mi piace vederla di presenza! cit. personale!
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
da Fiore
Amministratore


Registrato: 13/01/07 00:48
Messaggi: 1681
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Mer Ott 10, 2007 2:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

zaleukos ha scritto:
.....omississ.......E se anche Caravaggio fosse passato via terra, non penso che avrebbe ricevuto il "tappeto rosso di benvenuto" sulle strade calabresi, la popolazione non era nelle condizioni di apprezzare l'arte e l'artista era considerato in un certo senso un personaggio stravagante e misterioso! (poi specialmente Caravaggio)....omissis....
........zaleukos Very Happy


Caro Zaleukos, fermo restando che le tue sono ipotesi e ragionamenti su un eventuale passaggio di Caravaggio in Calabria, su cui io non so dare notizie perchè non mi sono mai interessata alla vicenda (e non è escluso che la cosa magari sia nota, e gli amici storici dell'Arte a quest'ora se la ridono per la nostra ignoranza...), tuttavia mi è sembrato doveroso sottolineare in rosso una tua frase che mi sembra evidentemente frutto della obsoleta vulgata sulla condizione calabrese del passato, modellata, con tutta evidenza, sulle "miserie" del presente!!

I Calabresi del passato, e di ciò abbine orgoglio e vanto, ebbero una loro sensibilità artistica che si può ancora oggi constatare nel patrimonio che essi ci hanno lasciato. Se non avessero apprezzato l'Arte non avremmo avuto nè le chiese piene di opere d'Arte, nè i palazzi, nè i centri urbani così ben strutturati, nè le committenze ai maggiori artisti di ogni tempo da parte di sacerdoti, confraternite, feudatari, nobili, Universitates, ed anche famiglie borghesi e di media estrazione. Certo, il popolo minuto forse non l'apprezzava (e non è del tutto vero perché esempi di arte popolare esistono fin da secoli, in Calabria), ma dov'era questo paese in tutto il resto del mondo, dove esisteva un popolo tanto "acculturato" e raffinato da apprezzare l'Arte?
Eppure molte sono le testimonianze di sensibilità verso il bello e l'artistico, te ne porto alcune a me note, ma che non sono eccezioni: a Gioiosa la prima statua di S. Rocco fu rifiutata dai fedeli (indistintamente nobili e popolani) nel XVIII sec., perchè non di pregevole qualità artistica Shocked Shocked e ne fu subito commissionata un'altra ad un artista napoletano più bravo. E quella statua oggi viene portata in processione l'ultima domenica di agosto, mentre la vecchia è stata custodita per due secoli in una casa privata e solo qualche anno fa riportata nella chiesa-santuario. Nella stessa Gioiosa, sempre nel XVIII sec., l'Universitas rilasciava licenze edilizie solo se la nuova costruzione non veniva a deturpare la prospettiva del centro urbano Shocked Shocked .
Fate un paragone con l'edilizia selvaggia di oggi, e poi tirate le somme se non siamo piuttosto noi che abbiamo perso ogni senso artistico....

Perciò, se il Caravaggio passò da qui, domanda che girerei agli amici storici dell'arte del forum, e non lasciò traccia della sua opera, le cause dovrebbero essere trovate in ben altri motivi che in una scarsa sensibilità artistica di questi poveri Calabresi del passato, ingiustamente ed infondatamente sempre tacciati di rozzezza ed ignoranza!!

saluti
M.M.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Fratg



Registrato: 01/07/07 16:33
Messaggi: 8
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Mer Ott 10, 2007 10:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

Gentile MM, sono pienamente d'accordo con lei, d'altra parte, come lei giustamente sottolinea paesi come quelli della ionica ma anche della piana di gioia sono pieni di testimonianze artistiche di livello, custodite nelle case storiche o nei musei di quei luoghi, aggiungo inoltre che in certi casi i calabresi sono stati esportatori di arte come nel caso del maestro Jerace, artista polistenese, le cui opere sono esposte nei più grandi musei di Roma, nei castelli di Napoli (dove lavorave per il re) e nelle più importanti piazze italiane.......
Cmq so che zaleukos non intendendeva offendere nessuno.....
tornando a noi ero davvero interessato all'argomento perchè mi hanno raccontato che caravaggio andò via terra a malta e testimonianza di ciò sono e tante opere che lasciò sul territorio...ad esempio a messina al museo vi è un suo dipinto....
Non è mia intensione fare una caccia al tesoroin calabria.....volevo maggiori informazioni visto che non sono espertissimo di tutti i luoghi calabresi per sapere se ci sono notizie sul caravaggio..... quindi se avete maggiori informazioni o novità.....resto in attesa....
grazie

Francesco
Top
Profilo Invia messaggio privato
zaleukos



Registrato: 18/01/07 17:16
Messaggi: 53
Residenza: Locri

MessaggioInviato: Mer Ott 10, 2007 11:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

Beh non era mia intenzione sminuire la saggezza e la profonda qualità storica del forum, io sono solo un ragazzo appassionato e non uno studioso...per carità, me ne guardo bene dal far fare brutta figura a qualcuno!...e ne chiedo venia...
Tuttavia queste considerazioni le ho lette in una pubblicazione che io stesso ho trovato anche di pessimo gusto, e ne ho avuto il ben servito poi durante un esame universitario...
Tengo a precisare comunque che queste sono soltanto delle mie idee personali...
Non ci trovo in ogni caso niente di strano nel dire che la popolazione calabrese non era (a mio punto di vista) nelle condizioni di poter apprezzare un pittore come Caravaggio.
La criticità è soggettiva, e molti storici attribuiscono a famosi artisti le simpatie o antipatie della popolazione!
Ciò non è da condannare, anche artisti come Bernini o Bramante o Brunelleschi, ebbero i loro problemi e le loro bocciature...e adesso a distanza di tempo, uno prende per assurdo che artisti come loro in alcune opere siano stati scartati dalle giurie popolari di allora...
In quel contesto, credo vivamente che Caravaggio non potesse essere tenuto in piena considerazione, perchè la cultura artistica calabrese è sempre stata in ritardo rispetto alle regioni adiecenti...basti pensare al barocco campano e siciliano, e a quando il barocco arrivò in calabria...decenni e decenni dopo...
Quando e se passò il Caravaggio, era ben diverso ancora lo stile artistico...e se gia nei centri internazionali i grandi maestri venivano derisi per le innovazioni che facevano, a Roma stessa il Caravaggio era ritenuto un artista di poco conto, e quale cosa può farmi pensare che i Calabresi avessero questa finesse artistica mai documentata???
E per la pittura penso sia stato pure così...è difficile da noi in Calabria trovare l'innovazione artistica...e Caravaggio è sicuramente stato un innovatore nell'ambito della pittura!
Dispiace deludere le attese storiche di molti, ma io la penso così...e beh...sono opinioni diverse...e non credo di rischiare la fucilazione... Very Happy
Se poi uno ride delle idee altrui...beh che dire...buona risata... Very Happy e mi ci faccio su una bella risata anche io...
Ad ogni modo so benissimo che la Calabria è ricca di preziosità artistiche, e ricontinuo a sottolineare l'ignoranza artistica che abbiamo in certi casi.
Avere una cultura artistica credo che non significhi solo non accettare una statua perchè di cattivo valore artistico, ma soprattutto avere cura del bene comune a maggior ragione se artistico.
E mi scusi la critica, ma come nel mio paese anche nel suo centro e nei centri limitrofi a noi, questa cultura MANCA! (e magari ne riparliamo anche in privato)...
Poche siamo le persone che abbiamo cura, dei nostri beni, tra questi noi tutti del forum...e sappiamo benissimo che in molti comuni della nostra terra, gia le amministrazioni (che dovrebbero essere in prima fila) sono ignoranti alla causa artistica!
Non vorrei uscire fuori tema...eh eh eh...un discorso poi tira l'altro ed è facile andare OT...
Certo c'è da dire una cosa...non credo proprio che una volta i Calabresi siano stati così sensibili ed ora tutt'ad un tratto siamo diventati rozzi ed ignoranti... Razz
Il riuso delle strutture non mi sembra simbolo di sensibilità, come nemmeno l'abbandono delle strutture, il danneggiare gli affreschi, o il non conservamento dei quadri o delle statue, o come il saccheggiare i siti storici o buttare giu le strutture per inutile senso civico.
Io sono di questa idea, si è vero, dobbiamo riscoprire le nostre opere, però ci sarà un motivo valido se in campania sono rimaste e da noi no, se in sicilia sono rimaste e da noi no, se in puglia sono rimaste e da noi no! (almeno così dicono e scrivono...)
Quel poco che ci rimane e che noi conosciamo, è limitato all'ambito nobile e religioso...stop!
Allora 2 a mio avviso possono essere le cause di ciò, o sono stati ignoranti i nostri avi a non lasciarcele, o siamo ignoranti noi, che ancora della nostra bella Calabria non conosciamo niente.
Quando parlo di noi, mi riferisco alla categoria dei poveri comuni mortali che fanno del proprio paese un appassionata e continua ricerca culturale.
E c'è da dire che se è vero che noi non conosciamo niente...poche persone si sono adoperate per far si che sfati questo mito...
(e qui però scatta il mio pieno ELOGIO a tutti voi del forum...vero strumento d'informazione culturale...bravi)
Ohhh...spero adesso di non incadere in una scomunica dopo le mie riflessioni...
Ripeto e sottolineo, è soltanto un mio pensiero, condivisibile o meno che sia...
E confermo quello che ha detto il nostro amico Francesco...non è mia intenzione offendere nessuno...d'altronde sono calabrese anche io! Very Happy
Sempre nella serenità e nell'amicizia culturale che ci accomuna...
Francesco alla fine credo che "IL NOSTRO AMICO" Caravaggio a distanza di secoli dal suo passaggio "MARE O TERRA CHE SIA"...crea ancora scompigliooooo... Wink
Ciao a tutti
zaleukos Razz

_________________
La mia visione del mondo la conosco così bene perchè mi piace vederla di presenza! cit. personale!
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
da Fiore
Amministratore


Registrato: 13/01/07 00:48
Messaggi: 1681
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Gio Ott 11, 2007 1:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

Desidero fermamente fare chiarezza sul mio intervento, con tutta evidenza male interpretato o comunque letto fra le righe, dove non c'era scritto proprio niente.

Cerchiamo di essere meno prevenuti nel leggere un intervento.

E se i moderatori o gli amministratori, che sono tutti "addetti ai lavori" intervengono per chiarire qualche punto di un utente che per propria ammissione si dichiara un appassionato, non vedo quale offesa l'intervento possa arrecare o quale male ci sia a fornire un suggerimento o una "dritta" su una qualche ricerca.

Quando poi si fanno delle osservazioni, bisogna distinguere quelle che sono semplici opinioni da quelli che sono FATTI DOCUMENTATI.

Io ho inteso dire primariamente che i Calabresi non erano assolutamente privi di senso artistico e ho portato solo alcuni degli esempi concreti che attestano il contrario.

Non ho mai inteso dire che Zaleukos aveva offeso alcuno; né, tanto meno, nessuno si deve sentire offeso per quanto ho detto io!!!

I forum nascono proprio per permettere a ciascuno di dire la sua opinione, fermo restando il diritto e il dovere da parte di chi ne sa di più, di evitare la diffusione di notizie non fondate, non documentate, ma che costituiscono solo opinioni personali!!

Perciò il forum è
-confronto tra chi sa,
-domanda da parte di chi non sa e vuole apprendere
-opinione condivisibile o no espressa da chiunque e perciò passibile di contraddittorio.

Il forum ha un fine anche didattico e divulgativo, ma se didattica non possiamo fare perché vi offendete, allora chiudiamo baracca e non se ne parla più!!

zaleukos ha scritto:
Beh non era mia intenzione sminuire la saggezza e la profonda qualità storica del forum,
Ma chi l’ha detto Shocked o pensato mai: trovami un solo accenno nel mio intervento che possa attribuirti una cosa del genere!!!

io sono solo un ragazzo appassionato e non uno studioso...per carità, me ne guardo bene dal far fare brutta figura a qualcuno!...e ne chiedo venia...
Ma quale Shocked brutta figura?
Io mi sono dichiarata ignorante sulla storia del Caravaggio in Calabria ed ho detto che magari, mentre noi ci arrovelliamo in congetture, la storia è nota agli addetti ai lavori. Punto.


Tuttavia queste considerazioni le ho lette in una pubblicazione che io stesso ho trovato anche di pessimo gusto, e ne ho avuto il ben servito poi durante un esame universitario...
Se è per questo, considerazioni tremende sulla Calabria e i Calabresi ne troverai su migliaia di libri in tutto il mondo: siamo considerati una razza maledetta, e allora? Dobbiamo avallare tutte le maldicenze che dicono sul nostro conto, quando, studiando a fondo le fonti materiali e documentarie sappiamo che tutto il male che dicono è infondato e basato su pregiudizi che provengono dai brutti fatti di cronaca odierna?
Se è così, allora è inutile fare ricerca, è inutile perdere tempo appresso alle sciocchezze: siamo Calabresi, brutta razza di fetenti e chiniamo il capo!!


Tengo a precisare comunque che queste sono soltanto delle mie idee personali...
Non ci trovo in ogni caso niente di strano nel dire che la popolazione calabrese non era (a mio punto di vista) nelle condizioni di poter apprezzare un pittore come Caravaggio.
La criticità è soggettiva, e molti storici attribuiscono a famosi artisti le simpatie o antipatie della popolazione!
Ciò non è da condannare, anche artisti come Bernini o Bramante o Brunelleschi, ebbero i loro problemi e le loro bocciature...e adesso a distanza di tempo, uno prende per assurdo che artisti come loro in alcune opere siano stati scartati dalle giurie popolari di allora...
Questo è tutto un altro discorso, se permetti, che nell’altro tuo post non mi sembrava espresso così chiaramente!

In quel contesto, credo vivamente che Caravaggio non potesse essere tenuto in piena considerazione, perchè la cultura artistica calabrese è sempre stata in ritardo rispetto alle regioni adiecenti...basti pensare al barocco campano e siciliano, e a quando il barocco arrivò in calabria...decenni e decenni dopo...
Anche questa affermazione mi sembra sempre basata sulla solita letteratura denigratoria, e non ti offendere anche per questo perché, se ti dico così, evidentemente baso le mie affermazioni su qualcosa di concreto e sulla conoscenza di una aggiornata e documentata bibliografia.
Se non mi è permesso di dire queste cose perché ti sembra che ti sto offendendo oppure ti sembra che rispondo perché mi sento colpita io, allora non ne parliamo più, mi ritiro dalla discussione e continua a pensare quello che vuoi.
Però non dire più che sei un ragazzo che vuole apprendere qualcosa, dì che sei uno studioso in possesso di tutte le informazioni e che non hai bisogno di niente e ti rispetto come tale.
Però non puoi impedirmi di dire la mia, se permetti!!


Quando e se passò il Caravaggio, era ben diverso ancora lo stile artistico...e se gia nei centri internazionali i grandi maestri venivano derisi per le innovazioni che facevano, a Roma stessa il Caravaggio era ritenuto un artista di poco conto, e quale cosa può farmi pensare che i Calabresi avessero questa finesse artistica mai documentata???
Mai Shocked documentata?????? E allora che cosa sono Shocked tutte queste opere che ci hanno lasciato i nostri avi?? Chi le ha portate, e se erano tanto rozzi, perché non le hanno buttate a mare? La sola presenza di tali opere in tutta la Regione te lo deve fare pensare!! Cos’altro?
Forse quello che scrivono i soliti denigratori che si copiano l’uno con l’altro non tenendo conto di alcun documento artistico o documentario?


E per la pittura penso sia stato pure così...è difficile da noi in Calabria trovare l'innovazione artistica...e Caravaggio è sicuramente stato un innovatore nell'ambito della pittura!
Shocked Ma se ai tempi di Cravaggio fioriva Mattia Preti!!! E cos’è stato allora il Preti? Un rozzo ed arretrato pittorucolo da strapazzo?

Dispiace deludere le attese storiche di molti, ma io la penso così...e beh...sono opinioni diverse...e non credo di rischiare la fucilazione... Very Happy
Queste battute sono di pessimo gusto, qui nessuno fucila nessun altro, ma si vuole fare solo una divulgazione di ricerche e studi, sconosciuti ai più, rispettando gli altri.
Perciò ti pregherei di evitare riferimenti a codeste pratiche di inciviltà che con noi non hanno nulla a che fare!!


Se poi uno ride delle idee altrui...beh che dire...buona risata... Very Happy e mi ci faccio su una bella risata anche io...
Chi dovrebbe ridere delle tue idee? Se io avessi riso di esse non avrei nemmeno perso tempo a risponderti, sottraendolo ai miei studi, alle mie occupazioni quotidiane, compresa una figlia in tenera età!!
Se io ho parlato delle risatine sotto i baffi di chi sa qualcosa di questo eventuale passaggio di Caravaggio, l’ho fatto solo per dire che ci stiamo arrovellando il cervello, me compresa, e magari la verità è dietro l’angolo:
se anche questo è motivo di offesa allora qui non si può più parlare!!


Ad ogni modo so benissimo che la Calabria è ricca di preziosità artistiche, e ricontinuo a sottolineare l'ignoranza artistica che abbiamo in certi casi.
E se lo sai, perché neghi una sensibilità artistica alla Regione? Queste “preziosità” di cui parli chi le ha lasciate? Non le hanno lasciate i Calabresi, Shocked o gli Alieni? Guarda che ti contraddici in continuazione Wink .

Avere una cultura artistica credo che non significhi solo non accettare una statua perchè di cattivo valore artistico, ma soprattutto avere cura del bene comune a maggior ragione se artistico.
Shocked Ma quell’episodio si riferiva al XVIII secolo, cioè solo ad un’epoca molto più vicina di ora al presunto passaggio di Caravaggio in Calabria, non ad oggi.

E mi scusi la critica, ma come nel mio paese anche nel suo centro e nei centri limitrofi a noi, questa cultura MANCA! (e magari ne riparliamo anche in privato)...
Poche siamo le persone che abbiamo cura, dei nostri beni, tra questi noi tutti del forum...e sappiamo benissimo che in molti comuni della nostra terra, gia le amministrazioni (che dovrebbero essere in prima fila) sono ignoranti alla causa artistica!
MA OGGI!! Ed è quello che ho detto io prima!!
Citazione:
Fate un paragone con l'edilizia selvaggia di oggi, e poi tirate le somme se non siamo piuttosto noi che abbiamo perso ogni senso artistico....

Ma noi se non sbaglio parlavamo di sensibilità artistica e di un’eventuale accoglienza di Caravaggio nel XVII secolo, o no? Che c’entra il discorso di oggi?

Non vorrei uscire fuori tema...eh eh eh...un discorso poi tira l'altro ed è facile andare OT...
Certo c'è da dire una cosa...non credo proprio che una volta i Calabresi siano stati così sensibili ed ora tutt'ad un tratto siamo diventati rozzi ed ignoranti... Razz
Il riuso delle strutture non mi sembra simbolo di sensibilità, come nemmeno l'abbandono delle strutture, il danneggiare gli affreschi, o il non conservamento dei quadri o delle statue, o come il saccheggiare i siti storici o buttare giù le strutture per inutile senso civico.
Questo è un altro discorso, ed anche molto lungo e complicato che incide su altri ambiti, sociali, politici ed economici; e comunque io non penso che TUTTI i Calabresi siamo rozzi ed ignoranti. Ci sono realtà bellissime nella nostra Regione dove veramente hanno conservato, valorizzato etc. basti pensare ad Altomonte, a S. Severina, alla stessa Cosenza etc.

Io sono di questa idea, si è vero, dobbiamo riscoprire le nostre opere, però ci sarà un motivo valido se in campania sono rimaste e da noi no, se in sicilia sono rimaste e da noi no, se in puglia sono rimaste e da noi no! (almeno così dicono e scrivono...)
Shocked Ma se prima hai detto che abbiamo anche noi le nostre “preziosità artistiche”!!
Eh, caro Razz ragazzo, deciditi: le abbiamo ste' cose o non le abbiamo?


Quel poco che ci rimane e che noi conosciamo, è limitato all'ambito nobile e religioso...stop!
Ma anche nelle altre regioni è così, è ovvio, perchè nel passato sopratutto da questi ambiti proveniva la committenza delle opere d’Arte!!

Allora 2 a mio avviso possono essere le cause di ciò, o sono stati ignoranti i nostri avi a non lasciarcele, o siamo ignoranti noi, che ancora della nostra bella Calabria non conosciamo niente.
Quando parlo di noi, mi riferisco alla categoria dei poveri comuni mortali che fanno del proprio paese un appassionata e continua ricerca culturale.
E c'è da dire che se è vero che noi non conosciamo niente...poche persone si sono adoperate per far si che sfati questo mito...
(e qui però scatta il mio pieno ELOGIO a tutti voi del forum...vero strumento d'informazione culturale...bravi)
Si, io ti ringrazio per l'apprezzamento, però se quando vi si prospetta una realtà diversa da quella che avete i non addetti ai lavori, vi inalberate pure, dite che non è vero niente, che noi siamo magari superbi e saccenti, allora ci passa la voglia, vuol dire che volete che si dicano sempre le stesse cose, e diciamole:
Calabria= ignoranza, cattivo gusto, poca storia, niente arte, siamo solo.... Laughing peperoncino piccante, come dice il prof. Zitara!!
Laughing Laughing

Ohhh...spero adesso di non incadere in una scomunica dopo le mie riflessioni...
Continui a dire cose che fanno pensare male di noi. Ti pregherei di deporre questo tono che getta un ingiusto alone di Santa Inquisizione nei nostri confronti.

Ripeto e sottolineo, è soltanto un mio pensiero, condivisibile o meno che sia...
E confermo quello che ha detto il nostro amico Francesco...non è mia intenzione offendere nessuno...d'altronde sono calabrese anche io! Very Happy
Ho già chiarito che nessuno si è sentito offeso, caso mai lo sei sentito tu dopo il mio intervento, che era solo volto a chiarire che in Calabria la sensibilità artistica c’era, senza stupide offese che nel campo della ricerca non esistono!!

Sempre nella serenità e nell'amicizia culturale che ci accomuna...
Certamente, perciò vi invito a non prendere come bacchettate ogni nostro intervento!
Se vogliamo tutti imparare qualcosa, cominciamo subito ad imparare a sapere ascoltare chi ne sa più di noi, senza sentirsi offesi o toccati nell’orgoglio, altrimenti lasciamo perdere tutto e stiamocene nel nostro orgoglioso isolamento!!


Francesco alla fine credo che "IL NOSTRO AMICO" Caravaggio a distanza di secoli dal suo passaggio "MARE O TERRA CHE SIA"...crea ancora scompigliooooo... Wink
Ciao a tutti
zaleukos


Ciao a tutti e cercate di non fraintendere quando cerchiamo di fare chiarezza su miti terribili sulla Calabria: noi cerchiamo di sfatarli grazie alla ricerca, che prosegue inesorabilmente per i nostri denigratori, per fortuna!! Razz Razz

Marilisa Morrone
Top
Profilo Invia messaggio privato
Abate Correale



Registrato: 21/01/07 21:09
Messaggi: 532
Residenza: Urbs ac Hieracensis dioecesis

MessaggioInviato: Gio Ott 11, 2007 9:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

Caro zaleukos, fare ipotesi è uno dei lavori più affascinanti dello storico.

Queste ipotesi però devono trovare un minimo di riscontro altrimenti non valgono nulla Wink

In questo caso mi sembra non abbiamo elementi a disposizione, tali da far pensare ad un passaggio del Caravaggio in Calabria.

Nel 1607 si spostò da Napoli a Malta probabilmente via mare.

Sappiamo poi che fu espulso dall'ordine di Malta il 6 dicembre 1608 e a inizio 1609 era a Siracusa dove dipinse il "Seppellimento di santa Lucia".

Fu poi a Messina dove dipinse la "Resurrezione di Lazzaro" e a Palermo dove gli fu commissionata la "Natività con i Santi Lorenzo e Francesco d'Assisi".

Nel luglio 1609 era di nuovo a Napoli.

Per me dunque il percorso piu probabile Palermo-Napoli fu via mare.

E quindi molto molto probabilmente Caravaggio non toccò mai suolo calabrese! Wink

_________________
Ex abundantia enim cordis os loquitur (Mt 12,35)
Top
Profilo Invia messaggio privato
zaleukos



Registrato: 18/01/07 17:16
Messaggi: 53
Residenza: Locri

MessaggioInviato: Ven Ott 12, 2007 12:56 am    Oggetto: Rispondi citando

Non aggiungo altro...si figuri...e comunque non mi sento ne offeso, ne toccato nel mio orgoglio ne prevenuto o altro...
Sicuramente lei ha freinteso i miei toni...
Guardi che il mio tono è esclusivamente reverenziale e rispettoso e non vuole per nulla essere "una mia continua ricerca alla santa inquisizione" questo perchè mi rendo conto che siete tutti degli studiosi (potreste essere i miei professori), e la colpa è mia perchè in genere cerco il confronto sempre con persone più preparate di me...per imparare da loro...ma purtroppo io caratterialmente non riesco solo ad ascoltare senza dire la mia...e chi mi conosce, sa che lo faccio senza cattiveria o superbia!
Ad ogni modo da parte mia non ha proprio senso rispondere ulteriormente...
Io ho detto la mia, lei la sua...la ringrazio delle correzzioni e per me è chiusa quà...come se nulla fosse accaduto! Wink
Gentile Abate Correale anche io come dicevo a Francesco prima sono dell'idea che il Caravaggio non sia passato dalla Calabria (sicuramente avrò detto un mare di cose che non c'entravano nulla, ma il succo del mio pensiero è lo stesso di quello che lei dice) e la ringrazio dei suoi preziosi consigli sulle ipotesi storiche...ne farò tesoro delle sue parole! Very Happy
zaleukos Arrow

_________________
La mia visione del mondo la conosco così bene perchè mi piace vederla di presenza! cit. personale!
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Abate Correale



Registrato: 21/01/07 21:09
Messaggi: 532
Residenza: Urbs ac Hieracensis dioecesis

MessaggioInviato: Ven Ott 12, 2007 6:43 am    Oggetto: Rispondi citando

zaleukos ha scritto:
Guardi che il mio tono è esclusivamente reverenziale e rispettoso e non vuole per nulla essere "una mia continua ricerca alla santa inquisizione" questo perchè mi rendo conto che siete tutti degli studiosi (potreste essere i miei professori), e la colpa è mia perchè in genere cerco il confronto sempre con persone più preparate di me...per imparare da loro...ma purtroppo io caratterialmente non riesco solo ad ascoltare senza dire la mia...e chi mi conosce, sa che lo faccio senza cattiveria o superbia!


Fai benissimo a cercare il confronto con persone preparate.. che gusto ci sarebbe in un confronto con persone "terra terra"? Wink

_________________
Ex abundantia enim cordis os loquitur (Mt 12,35)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Piemontese



Registrato: 30/09/08 14:26
Messaggi: 42
Residenza: Chieri (TO)

MessaggioInviato: Lun Ott 24, 2011 9:46 am    Oggetto: Rispondi citando

Ben detto. Probabilmente il viaggio si svolse per via di mare, e il geniale Lombardo non toccò mai il suolo calabrese. I viaggi di terra in Calabria furono abbastanza rari per molto tempo: dal terremoto del 1783, disgrazia immane che rese nota la Regione in Europa, i viaggi esplorativi si moltiplicarono, con nostra fortuna, perché ci narrano molti aspetti davvero interessanti. Gissing, Lenormant, Stendal (mi pare), Douglas, Duret de Tavel, Lear ed altri viaggiarono tutti dopo quella fatidica data.
Un premio a chi scovasse resoconti di viaggio anteriori!!!

Comunque, se Caravaggio non è passato dalla punta dello stivale, altri artisti si sono mossi nella nostra Calabria, ed altri ancora ci sono nati. Terreno ricco di scoperte ancora da mettere a segno!

Buono studio a tutti!
Dal Piemonte con il consueto entusiasmo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
GJo



Registrato: 11/05/10 10:13
Messaggi: 20

MessaggioInviato: Lun Ott 24, 2011 2:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

Piemontese ha scritto:
… Gissing, Lenormant, Stendal (mi pare), Douglas, Duret de Tavel, Lear ed altri viaggiarono tutti dopo quella fatidica data.
Un premio a chi scovasse resoconti di viaggio anteriori!!!


Come “anteriore” (al “Fragello” del 1783 se intendo bene) mi viene in mente il

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

che ho proprio finito da poco di leggere.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Storia Moderna Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Confirmed

Page generation time: 1.731