Indice del forum Studi Calabresi
Forum del Circolo di Studi Storici "Le Calabrie"
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Tecniche costruttive

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archeologia e Arte medievale
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mer Feb 21, 2018 3:08 pm    Oggetto: Ads

Top
Axiopistos anthropos



Registrato: 18/11/07 22:38
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Mer Feb 06, 2008 5:45 pm    Oggetto: Tecniche costruttive Rispondi citando

Leggendo un articolo di E. Donato riguardo l'esperienza costruttiva in età normanna e sveva (E. Donato 2004, Il contributo dell'archeologia degli elevati alla conoscenza dell'incastellamento medievale in Calabria tra età normanna e sveva , in "Archeologia Medievale" XXXI, pp. 497-526) vi é un accenno all'utilizzo della pietra lavica. In relazione ai siti di Amantea e Tropea mi chiedevo se ci poteva essere un comune orientamento costruttivo dettato dal legame diocesano; nel caso di Scalea mi chiedevo se ci potesse essere una diretta influenza campana ed in particolare sarnitano-cavese dal momento che 1. Scalea nella prima fase normanna era possedimento di Guglielmo di Principato 2. La Trinità di Cava possedeva chiese e monasteri a Scalea tra cui l'ospedale.

Come al solito chiedo qualche vostra delucidazione
A presto
Axio
Top
Profilo Invia messaggio privato
da Fiore
Amministratore


Registrato: 13/01/07 00:48
Messaggi: 1681
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Mer Feb 06, 2008 6:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

Caro Axio, concordando perfettamente con te circa il contributo fondamentale dell'archeologia verticale o degli elevati alla conoscenza dell'incastellamento medievale in Calabria, direi che la presenza della pietra lavica in Tropea ed Amantea, più che al legame vescovile sia da ascrivere alla loro posizione prospiciente le Isole Eolie, che, com'è noto, abbondano di questo materiale. D'altra parte, già nella Preistoria c'è un legame stretto ed un interscambio continuo tra i siti del medio e basso Tirreno calabrese e l'Arcipelago siciliano: basti pensare ai quantitativi notevoli di strumenti in Ossidiana, altro materiale lavico, trovati a Tropea.

Per Scalea sono d'accordo, la cosa potrebbe essere verosimile.

_________________
Marilisa Morrone
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archeologia e Arte medievale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Confirmed

Page generation time: 1.487