Indice del forum Studi Calabresi
Forum del Circolo di Studi Storici "Le Calabrie"
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Dipinto della Sacra Famiglia
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archeologia e Arte post-medievale
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Lun Feb 26, 2018 1:51 am    Oggetto: Ads

Top
da Fiore
Amministratore


Registrato: 13/01/07 00:48
Messaggi: 1681
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Lun Gen 22, 2007 6:14 pm    Oggetto: Dipinto della Sacra Famiglia Rispondi citando

Qualche tempo fa mi è capitato in un altro forum di parlare del dipinto conservato a Gerace, commissionato dal canonico Giuseppe Mittiga nel 1683 per la chiesa di S. Giuseppe da lui istituita e raffigurante la Sacra Famiglia. Poiché in quell'occasione si discuteva soltanto sullo stemma del prelato presente sul dipinto, vorrei invece avere ragguagli su tutta l'opera.
Qualcuno di voi mi può aiutare?

Saluti
Marilisa
Top
Profilo Invia messaggio privato
Abate Correale



Registrato: 21/01/07 21:09
Messaggi: 532
Residenza: Urbs ac Hieracensis dioecesis

MessaggioInviato: Lun Gen 22, 2007 6:20 pm    Oggetto: Rispondi citando

Dove si trova esattamente il dipinto? Very Happy

_________________
Ex abundantia enim cordis os loquitur (Mt 12,35)
Top
Profilo Invia messaggio privato
da Fiore
Amministratore


Registrato: 13/01/07 00:48
Messaggi: 1681
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Lun Gen 22, 2007 6:32 pm    Oggetto: Rispondi citando

Penso che si trovi in Cattedrale. Io non l'ho mai visto ma so che c'è qualche socio del Circolo che lo conosce molto bene...

Marilisa
Top
Profilo Invia messaggio privato
Abate Correale



Registrato: 21/01/07 21:09
Messaggi: 532
Residenza: Urbs ac Hieracensis dioecesis

MessaggioInviato: Lun Gen 22, 2007 6:48 pm    Oggetto: Rispondi citando

La nostra cattedrale, come risaputo, è molto scarna di arredi. Onestamente non mi sembra di ricordare tale quadro ..

_________________
Ex abundantia enim cordis os loquitur (Mt 12,35)
Top
Profilo Invia messaggio privato
da Fiore
Amministratore


Registrato: 13/01/07 00:48
Messaggi: 1681
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Lun Gen 22, 2007 6:50 pm    Oggetto: Rispondi citando

Non so, ma mi pare di ricordare che sia in sacrestia. Comunque, ripeto: un nostro socio, iscritto anche al forum sa tutto o quasi del quadro

Fatti avanti Orchidea, coraggio.

Marilisa
Top
Profilo Invia messaggio privato
orchidea



Registrato: 14/01/07 20:04
Messaggi: 44
Residenza: Ardore

MessaggioInviato: Lun Gen 22, 2007 9:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

Il dipinto è attualmente depositato nella Cappella del Santissimo Sacramento. Ha subito recentemente un restauro conservativo.
Lo schema iconografico della Sacra Famiglia è diffuso da vari secoli, tuttavia mi piacerebbe conoscerne l'origine. Qualcuno di Voi può aiutarmi?
Orchidea
Top
Profilo Invia messaggio privato
da Fiore
Amministratore


Registrato: 13/01/07 00:48
Messaggi: 1681
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Lun Gen 22, 2007 9:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

Veramente ero io che volevo un aiuto!
ci dici qualcosa in più su questo quadro? mi riferisco alle notizie storiche, ovviamente, non al soggetto del dipinto.

Ciao
Marilisa
Top
Profilo Invia messaggio privato
Scinuso



Registrato: 16/01/07 21:42
Messaggi: 1185
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Lun Gen 22, 2007 11:33 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ricordo di aver visto il dipinto il mese scorso.
Se non mi sbaglio ci sono delle grosse lacune che il restauro non ha potuto risarcire.
Top
Profilo Invia messaggio privato
zaleukos



Registrato: 18/01/07 17:16
Messaggi: 53
Residenza: Locri

MessaggioInviato: Mar Gen 23, 2007 12:34 am    Oggetto: Rispondi citando

Se non sbaglio è quello che si trova nella Cappella del Santissimo Sacramento appena si entra sulla destra? Giusto?
Ripropongo gli appelli precedenti per delucidazioni esperte in merito... Wink
zaleukos Razz

_________________
La mia visione del mondo la conosco così bene perchè mi piace vederla di presenza! cit. personale!
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
orchidea



Registrato: 14/01/07 20:04
Messaggi: 44
Residenza: Ardore

MessaggioInviato: Mar Gen 23, 2007 4:39 pm    Oggetto: Rispondi citando

Il dipinto fu commissionato da Giuseppe Mittica nel 1682 in occasione del restauro della vecchia chiesa dei SS. Quattro Coronati. Il Mittica, che riservò il patronato per se e i propri discendenti, dedicò la nuova costruzione a S. Giuseppe e vi accorpò il beneficio di S. Maria di Scirimigni o de Schirimigni
Top
Profilo Invia messaggio privato
da Fiore
Amministratore


Registrato: 13/01/07 00:48
Messaggi: 1681
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Mar Gen 23, 2007 4:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sei riuscita a fare un'attribuzione, se non ad un pittore, almeno alla scuola? e dello stemma del canonico Cerimoniere che cosa ci dici?

Marilisa
Top
Profilo Invia messaggio privato
orchidea



Registrato: 14/01/07 20:04
Messaggi: 44
Residenza: Ardore

MessaggioInviato: Mar Gen 23, 2007 9:32 pm    Oggetto: Rispondi citando

Per quanto riguarda l'attribuzione, per il momento preferisco parlare genericamente di ambito meridionale, anche se ho formulato qualche ipotesi da verificare. Per lo stemma, non saprei, non sono specialista in materia. Vorrei sottolineare il fatto che il livello qualitativo dell'opera non è pienamente accertabile a causa delle ridipinture un po' raffazzonate non eliminate dal recente restauro
Top
Profilo Invia messaggio privato
orchidea



Registrato: 14/01/07 20:04
Messaggi: 44
Residenza: Ardore

MessaggioInviato: Mar Gen 23, 2007 9:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

Riformulo il mio appello: Qualcuno può aiutarmi con informazioni circa l'origine dell'iconografia della Sacra Famiglia. Credo che l'episodio a cui fa solitamente riferimento sia Luca 2, 46-47 con contaminazione dell'episodio riferito da Luca, Matteo e Marco sulla discesa dello Spirito Santo dopo il Battesimo di Gesù
Top
Profilo Invia messaggio privato
Phersu



Registrato: 20/02/08 13:17
Messaggi: 1806
Residenza: Etruria meridionale

MessaggioInviato: Sab Set 06, 2008 9:11 am    Oggetto: Rispondi citando

orchidea ha scritto:
Il dipinto fu commissionato da Giuseppe Mittica nel 1682 in occasione del restauro della vecchia chiesa dei SS. Quattro Coronati. Il Mittica, che riservò il patronato per se e i propri discendenti, dedicò la nuova costruzione a S. Giuseppe e vi accorpò il beneficio di S. Maria di Scirimigni o de Schirimigni

Sperando di far cosa gradita, vorrei proporre due immagini del dipinto in questione:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


e mi scuso per la bassa qualità della prima.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


un simbolo è qualcosa in più
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

della somma delle sue parti
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ioannes



Registrato: 30/08/08 12:13
Messaggi: 49
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Dom Set 07, 2008 10:48 am    Oggetto: Rispondi citando

orchidea ha scritto:
Riformulo il mio appello: Qualcuno può aiutarmi con informazioni circa l'origine dell'iconografia della Sacra Famiglia. Credo che l'episodio a cui fa solitamente riferimento sia Luca 2, 46-47 con contaminazione dell'episodio riferito da Luca, Matteo e Marco sulla discesa dello Spirito Santo dopo il Battesimo di Gesù

Gentile orchidea,
credo di poter confermare che l'iconografia affondi le sue radici nel citato testo lucano.
Di fatto non ci viene presentata l'immagine di Gesù Bambino: è un ragazzetto nella pre-adolescenza quello che stringe le mani della Vergine Madre e di San Giuseppe (sempre tenente il bastone cimato da fiori in riferimento al bastone di Aronne, Nm 17,20; ma anche all'immagine del "fiorire" usata per il "giusto" nel Sal 92,13 e per Israele in Os 14,6: "Israele fiorirà come un giglio"; spesso si trova solo un giglio con riferimento alle immagini dello sposo che offre a riguardo il Cantico dei Cantici: 5,13; chiaro è il simbolismo della purezza, universalmente noto e applicato all'iconografia di altri Santi, come Antonio di Padova o Luigi Gonzaga).
Secondo la narrazione offerta dall'evangelista Luca si parla di un seconda visita al tempio dopo quella della sua circoncisione, da parte di Gesù, accompagnato dai suoi genitori. E' forse la festa del suo bar-mitzwah ("figlio della legge"), cioè il suo ingresso ufficiale nella comunità ebraica con la maggiore età (a dodici anni secondo Giuseppe Flavio; a tredici anni secondo l'odierna prassi sinagogale).
In questa occasione Gesù pronuncia le sue prime parole registrate nei vangeli. La prima è in pratica "Padre", indirizzata a Dio. Sarà anche l'ultima pronunciata da Gesù, secondo Luca, ancora a Gerusalemme (forse nello sfondo del nostro quadro, almeno come raffigurazione stilizzata di altra città che potrebbe esser Gerace) ma in quel nuovo tempio che sarà il Calvario: "Padre, nelle tue mani consegno il mio Spirito" (Lc 23,46).
Si spiega allora la presenza della figura del Padre celeste a sormontare l'immagine della Sacra Famiglia. E la presenza dello Spirito, anche se non volesse esser di per se stessa richiamo all'evento del Battesimo del Signore narrato dalla tradizione comune dei vangeli sinottici, dove peraltro è il Padre a parlare di Gesù come suo Figlio (Mt 3,13-17; Mc 1,9-11; Lc Lc 3,21-22), lo è senz'altro per via dell'uso della tipica figura della colomba che proprio in quel racconto ricorre (l'opera lucana, comprendente anche gli Atti degli Apostoli, conosce anche il simbolo del fuoco e del vento in riferimento allo Spirito Santo: At 2,1-4). Con o senza riferimento all'episodio del Battesimo è chiaro l'intento di una raffigurazione trinitaria.
Probabilmente il messaggio teologico sotteso a simili raffigurazioni della Sacra Famiglia è quello del parallelo tra l'amore trinitario e quello che deve esser naturalmente presente nelle famiglie e nelle comunità cristiane che nella Famiglia di Nazareth trovano il loro modello. La città degli uomini deve esser edificata ad immagine della "città di Dio" (per usare una notissima espressione di Sant Agostino).

_________________
LUX IN TENEBRIS LUCET
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archeologia e Arte post-medievale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Confirmed

Page generation time: 4.601