Indice del forum Studi Calabresi
Forum del Circolo di Studi Storici "Le Calabrie"
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Torre di Pagliapoli
Vai a Precedente  1, 2, 3  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archeologia e Arte post-medievale
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Ven Gen 19, 2018 5:43 am    Oggetto: Ads

Top
fethiye



Registrato: 28/01/07 20:09
Messaggi: 230
Residenza: Locride

MessaggioInviato: Ven Lug 06, 2007 8:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

Premesso che conosco troppo poco la storia del Castello Teotino, e che, comunque, attualmente il mio interesse è rivolto verso la Torre di Pagliapoli (riguardo cui, tra l'altro, lo scandalo per lo stato di abbandono in cui versa questo importantissimo monumento - Evil or Very Mad Evil or Very Mad e poi ancora Evil or Very Mad - non è certo inferiore a quello per l'abbattimento del Castello Teotino ), per il momento, facendo seguito a quanto sopra detto, mi sentirei di trarre le seguenti conclusioni:
1 - per me, la datazione del "Castello" non dovrebbe essere di molto anteriore alla metà del secolo XIX, ma certamente Zaleukos che, se non erro, ci sta lavorando su, potrà tranquillamente smentirmi (ma se non mi falla la memoria, in un'altra discussione su questo forum si parlava del 1840 circa): se, infatti, è assolutamente condivisibile l'affermazione di Marilisa secondo cui le case (più o meno) fortificate come Casa Scaglione o, aggiungo, casa Mericio (già degli Arcano di Gerace: vi invito a scoprirla, ne vale la pena) non venivano cartografate, è altrettanto vero che se vi fosse stata un'emergenza, ancorchè diroccata (e, in via ipotetica, successivamente inglobata nel Castello Teotino), sarebbe stata senz'altro segnalata in qualcuna delle oltre 60 carte di cui sopra;
2 - a sostegno della possibile esistenza di una seconda torre (che però, sempre in via ipotetica, non dovrebbe essere sopravvissuta, nemmeno in rudere emergente, oltre il XII-XII sec.) c'è la considerazione della funzione di "carricaturi" (o "scarricaturi") assolta certamente dalla T. di Pagliapoli: non vi sembra, infatti, che la sua posizione è piuttosto "scomoda", nel senso che una torre posta in posizione più a nord (all'incirca nella zona dell'attuale periferia sud di Locri) avrebbe più comodamente funzionato alla bisogna?
3 - Nella speranza, infine, che qualcuno degli amici del forum più esperti di me in archeologia, possa convalidare o meno la mia ipotesi di T. di Pagliapoli ricostruita su ruderi precedenti, allego una rarissima foto post-terremoto del 1908, comunque antecedente al successivo abbattimento per motivi di sicurezza: a me pare di intravedere una netta variazione di tipologia costruttiva, più o meno a partire (forse non a caso) dal punto di massima profondità del crollo. Che ne pensate?

Saluti,
F.

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________
mònon òida oudèn idèin
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Anonimo



Registrato: 22/05/07 15:57
Messaggi: 169

MessaggioInviato: Gio Lug 12, 2007 3:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

Nulla so né della torre di Paleopoli né del castello Teotino.
Però, navigando su ebay, trovo questa immagine, tratta da un libro inglese del 1880, descritta come "Vista sul mare con ruderi di una torre, Calabria", e a me sembrerebbe proprio la torre di Paleopoli.
La pubblico qui, nel caso potesse fornire qualche elemento interessante per voi studiosi.

Il link è questo:[url]
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.





Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


[/img][/url]

_________________
Questo utente ha deliberatamente cancellato il proprio account, le proprie generalità e non è più attivo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
fethiye



Registrato: 28/01/07 20:09
Messaggi: 230
Residenza: Locride

MessaggioInviato: Gio Lug 12, 2007 7:46 pm    Oggetto: Torre di Pagliapoli Rispondi citando

Anch'io bazzico su ebay e l'avevo notata, ma non può essere la Torre di Pagliapoli per almeno due motivi: il profilo delle montagne sullo sfondo e, soprattutto, il fatto che nel 1880 la T. di Pagliapoli era ancora intera, come dimostra la foto del 1905 riportata da Lupis Crisafi, giusta anche la segnalazione di Marilisa.
Cordialmente,
F.

_________________
mònon òida oudèn idèin
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Anonimo



Registrato: 22/05/07 15:57
Messaggi: 169

MessaggioInviato: Ven Lug 13, 2007 10:28 am    Oggetto: Rispondi citando

Vero: nella fretta non avevo fatto caso all'orizzonte!

_________________
Questo utente ha deliberatamente cancellato il proprio account, le proprie generalità e non è più attivo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
zaleukos



Registrato: 18/01/07 17:16
Messaggi: 53
Residenza: Locri

MessaggioInviato: Ven Lug 13, 2007 12:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

Cari amici, dopo una lunga preparazione all'esame di storia dell'arte, rieccomi qui...
Noto con piacere che l'argomento si è arricchito molto di dettagli,particolari storici e ipotesi...ne sono contento...
Mi sento perciò, data la poca esperienza, incompetente a rispondere direttamente alle domande tecniche...
Beh...quello che mi ha sempre affascinato, è il fatto che dall'antica Locri a Gerace, ci sia un grande arco di tempo...in cui sembra che il tempo ci abbia messo una bella pezza nera di sopra.
Ora, non posso credere che si possa lasciare il territorio di Locri, a causa delle invasioni saracene, per poi ritornarvici, 1000 anni dopo...
Qualcosa sicuramente ci sarà stato, e la torre di Pagliopoli, come il Castello Teotino, sono una delle poche testimonianze rimastaci della presenza vivente in questo territorio.
Ho fatto un sopralluogo alla torre, pur non conoscendola molto, e la manifattura costruttiva alla base a me sembra precedente al periodo medievale...
Una manifattura grezza, grossolana...o per lo meno mi da questa impressione...
Vorrei soffermarmi pertanto...su alcuni pensieri che avete esposto.
L'amico fethiye ipotizza, un piccolo centro medievale vicino la torre, potrebbe anche essere, però come mai, la torre, certamente molto più alta è rimasta in piedi, mentre delle costruzioni vicine, sicuramente + basse, non se ne sa niente?
In una cartografia si vedono dei ruderi, che io penso siano le 2 fornaci, ubicate in località centocamere...quella grande e quella + piccola.
E' capace infatti che nel 1820 queste siano ancora in piedi.
Certo resta un vero mistero, che sarebbe bellissimo svelare, e vi prego se si organizza uno studio, ricordatevi di me... Wink
Io penso che lo studio di questa torre debba essere fatto tenendo conto di varie ipotesi storiche, cartografiche ed urbane...
E poi, un ultima cosa, così vi stuzzico un po il vostro genio culturale...
Secondo voi...Come mai la torre è raffigurata così vicina al mare???
Non per la raffigurazione, ma per l'utilità...era utile costruire una torre isolata sul mare???o è stata veramente costruita prima per poi finire con il tempo li...
Si è mai vista una torre così sul mare tipo un faro...
La zona, morfologicamente parlando sembra mutare in maniera impressionante...in pohissimi anni dal 1820, avete visto dove è finita la torre???(non sono un pazzo, non è la torre ce si sposta, ma il paesaggio ce cambia...ehehehe)
Parlo di qualke decennio, non di più...
Ci saranno si e no 100/200 metri di terreno e spiaggia prima di arrivare al mare...strano vero?
Scusate il poema...e le fesserie...
zaleukos Very Happy

_________________
La mia visione del mondo la conosco così bene perchè mi piace vederla di presenza! cit. personale!
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
fethiye



Registrato: 28/01/07 20:09
Messaggi: 230
Residenza: Locride

MessaggioInviato: Ven Lug 13, 2007 6:39 pm    Oggetto: Torre di Pagliapoli Rispondi citando

Come al solito l'amico Zaleukos è molto stuzzicante ...
Provo a riassumere lo stato delle ipotesi, più per chiarire a me stesso che a lui: in realtà ci sarebbe Confused una teoria che spiegherebbe un po' tutte le apparenti incongruenze alla rinfusa elencate da Zaleukos, e si tratta di quella del compianto Dott. Gemelli che in alcuni suoi scritti (uno lo cito a memoria: Gerace giardino d'Europa) fa alcune ipotesi piuttosto affascinanti, ma, ahimè, non molto ben supportate da sufficienti evidenze storiche, archeologiche e documentali.
Andiamo con ordine:
1) - Secondo Gemelli la datazione della Torre è da far ascendere a prima dell'VIII-IX sec. d.c., all'epoca in cui, cioè, svuotatasi l'antico nucleo abitato greco, si sarebbero formati i nuclei "germinati" di Portigliola all'interno e Pagliapoli-Paleapoli sul mare, mentre, più o meno contemporaneamente, Gerace assumeva (già dal V-VI sec.) i contorni di un centro "importante", in posizione più sicura (soprattutto dal progressivo impaludamento della costa che dalle scorrerie saraceniche, aggiungo io). Il suo ragionamento è, per grandi linee, il seguente: poichè sul finire del X sec. Gerace resistette lungamente agli assalti degli Arabi, doveva essere dotata di sistemi difensivi tali da non potersi concretizzare (dato lo stato tecnologico dell'epoca) in poco più di 100 anni, per cui il nucleo geracese doveva essere attivo da almeno 2-3 secoli (per cui si arriva al VII sec. ca. per individuare la datazione di Gerace. D'altra parte, fino al VI-VII sec. "sarebbe" accertata la sopravvivenza di Locri, esistendo alcuni documenti siglati da Vescovi di Locri. In quest'ottica Paleapoli, e non Gerace, sarebbe la diretta discendente di Locri, essendosi formata attorno alla Torre, che avrebbe assolto in tal modo una funzione simile a quella di un faro (nel senso, aggiungo io, che, all'epoca, la navigazione avveniva di giorno, a vista, e utilizzando evidenze paesaggistiche - anche i promontorii e le torri - per orientarsi, non esistendo ancora la bussola) e che sarebbe stata ri-eretta sopra un masso di certe origini greche (cito più o meno testualmente); di tutto ciò, gli unici fatti certi sono gli assalti a Gerace da parte degli Arabi (con contestuale distruzione di Pagliapoli, oltre che dei resti di Locri, aggiungo io) nella seconda metà del X sec. e le attestazioni di una sede vescovile in Locri attorno al V-VI sec.;
2) - La vicinanza - lontananza dal mare: secondo Gemelli, ci sarebbe stato un susseguirsi di innalzamenti ed abbassamenti della costa jonica che spiegherebbero tanto l'antica posizione della torre sul mare, quanto la (presunta) navigabilità di alcune fiumare in passato: ciò è in via teorica possibile (e spiegherebbe anche la stampa del SaintNon), anche se, di norma, questi fenomeni avvengono in tempi "geologici", che sono un po' diversi dai tempi "storici". Mi spiego meglio: un sollevamento così evidente della costa può essere avvenuto solo in concomitanza di sconvolgimenti eccezionali (p.es. un terremoto di immani proporzioni) ma nè quello del 1783 nè quello del 1908, per citarne i più devastanti, hanno prodotto risultati in tal senso sulla costa jonica. Sarebbe invece potuto essersi verificato un fenomeno di insabbiamento, molto più plausibile, atteso che secondo alcuni, accreditatissimi, archeologi, il porto di Locri andrebbe ricercato ... a Locri stesso, nel senso che sarebbe proprio davanti a Centocamere, insabbiato sotto alcuni metri di detriti.
Senonchè, l'unico, recentissimo, studio scientifico in tal senso (è stato esposto alcuni mesi fa in un convegno a Locri), parlerebbe di una forte tendenza all'erosione di tutto il tratto di costa compreso fra Crotone e Capo Spartivento (personalmente l'ho contestato, almeno in riguardo al tratto di stretta pertinenza di Locri).
Naturalmente, bisognerebbe anche però accertare che le stampe del SaintNon del 1781 e quella del Sauvage del 1820 siano il frutto di una "fotografia" della situazione, e non una "licenza poetica" ...

Saluti,
F.

_________________
mònon òida oudèn idèin
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
zaleukos



Registrato: 18/01/07 17:16
Messaggi: 53
Residenza: Locri

MessaggioInviato: Sab Lug 14, 2007 12:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

Esaudiente come spiegazione, e mi scuso per la mia confusione... Very Happy
Ma quando si inizia ad "infossare" nella cultura, non nego (ed è evidente) la mia inesperienza!
Certo di tutto questo, resta il fatto, che Locri è ancora una "Pompei" da scoprire...
Quindi penso che in gran parte siamo un po tutti d'accordo sul fatto che questa torre, possa essere in un certo qual modo, uno dei punti di collegamento tra la vecchia "Lokroi" e le moderne Gerace, Portigliola...
O per meglio dire...un punto di continuità nel tempo...su cui far partire delle ricerche...
Un ultima cosa...(ma non voglio andare off topic perchè qua si parla della torre), personalmente penso che la torre sia molto molto precedente rispetto all'ipotesi sul Castello Teotino...
E credo pure che abbiano avuto anche funzionalità diverse...
Sull'antico porto di Locri, volutamente non mi pronuncio...penso sarebbe il caso di aprire un nuovo topic per questo, anche perchè sul discorso...avoglia a parlare...eheheh
Siccome ancora non abbiamo trovato un "Indiana Jones" che c'è lo trova, le ipotesi...volano a josa... Laughing Laughing Laughing
zaleukos Wink

_________________
La mia visione del mondo la conosco così bene perchè mi piace vederla di presenza! cit. personale!
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Abate Correale



Registrato: 21/01/07 21:09
Messaggi: 532
Residenza: Urbs ac Hieracensis dioecesis

MessaggioInviato: Dom Lug 15, 2007 9:27 am    Oggetto: Rispondi citando

Ho mandato alla cara Marilisa alcune foto attuali della torre che si trova tra il bivio di Portigliola e il bivio di Sant'Ilario.

_________________
Ex abundantia enim cordis os loquitur (Mt 12,35)
Top
Profilo Invia messaggio privato
fethiye



Registrato: 28/01/07 20:09
Messaggi: 230
Residenza: Locride

MessaggioInviato: Dom Lug 15, 2007 4:34 pm    Oggetto: Torre di Pagliapoli Rispondi citando

E' proprio quella la Torre di cui si parla: desolante il suo stato attuale, nevvero? (prima Sad , poi Evil or Very Mad Evil or Very Mad Evil or Very Mad ).
Chissa', forse sarebbe il caso di venderla agli inglesi che stanno acquistando tutto nel nostro circondario: è probabile che allora rivivrebbe!
(scusate lo sfogo!)

F.

_________________
mònon òida oudèn idèin
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Scinuso



Registrato: 16/01/07 21:42
Messaggi: 1185
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Lun Lug 16, 2007 10:59 am    Oggetto: Rispondi citando

Gli inglesi stanno acquistando tutto nel nostro circondario??
Davvero? Questo nuovo interesse albionico per la Locride non mi dispiace....mi sa di ottocentesco Wink ...ma è poi vero?
Top
Profilo Invia messaggio privato
lo sparviero



Registrato: 14/01/07 19:58
Messaggi: 161
Residenza: Geracide

MessaggioInviato: Mar Lug 17, 2007 3:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

So di un giovane inglese sposato con ragazza italiana che ha comprato casa a Gerace per viverci... Razz

_________________
Gratius ex ipso fonte bibuntur aquae
Top
Profilo Invia messaggio privato
fethiye



Registrato: 28/01/07 20:09
Messaggi: 230
Residenza: Locride

MessaggioInviato: Mar Giu 16, 2009 9:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

Riprendo l'argomento dopo un lunghissimo silenzio, una volta tanto per comunicare una notizia positiva, rispetto cui, tra l'altro, parte del merito va anche alle discussioni intrecciate in questo forum, e quindi al Forum stesso: Domenica prossima 21 si procederà ad un primo, beneagurante, intervento di restauro della storica Torre, consistente nella pulizia dell'area. a breve ne seguiranno altri (illuminazione notturna del Monumento e cartellonistica).
E', ovviamente, solo un primo passo, certamente non esaustivo dell'attenzione che la Torre merita, ma soprattutto la presenza assicurata dalla Soprintendente, Dott.ssa Greco, fa ben sperare che, prima o poi, si proceda ad un restauro definitivo, per una collocazione dello storico monumento nel posto che ampiamente merita (ricordo che, se non erro, è l'unica testimonianza medievale di Locri, ancorchè da ascrivere alla giurisdizione di Gerace, ma nuove ricerche, di cui darò presto comunicazione ufficiale, sull'insediamento antropico di Pagliapoli forse potranno essere utili a riportare nella opportuna evidenza anche questa parte di Locri).
Naturalmente, per quanto mi riguarda, continuerò, insieme a quanti lo vorranno, a "pressare" da vicino le Autorità competenti perchè si arrivi a questo risultato.
Colgo l'occasione per ringraziare, assieme all'Archeoclub di Locri, che dell'argomento si è fatto attivissimo promotore, quanti hanno contribuito con i loro studi e le loro ricerche a tenere desto l'interesse sulla Torre, ed, in particolare, il Forum "Le Calabrie", che ha consentito a me ed a tutti quelli di cui sopra, di utilizzare questa piccola, ma sempre più importante tribuna.
Ovviamente, tutti gli amici del Forum sono invitati alla "cerimonia", che si terrà nel corso della mattinata ...


Saluti,
F.

_________________
mònon òida oudèn idèin
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
fethiye



Registrato: 28/01/07 20:09
Messaggi: 230
Residenza: Locride

MessaggioInviato: Mer Giu 17, 2009 8:10 am    Oggetto: Rispondi citando

Qui la notizia nella stampa, con maggiori dettagli:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________
mònon òida oudèn idèin
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
da Fiore
Amministratore


Registrato: 13/01/07 00:48
Messaggi: 1681
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Mer Giu 17, 2009 5:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

fethiye ha scritto:
Riprendo l'argomento dopo un lunghissimo silenzio, una volta tanto per comunicare una notizia positiva, rispetto cui, tra l'altro, parte del merito va anche alle discussioni intrecciate in questo forum, e quindi al Forum stesso: Domenica prossima 21 si procederà ad un primo, beneagurante, intervento di restauro della storica Torre, consistente nella pulizia dell'area. a breve ne seguiranno altri (illuminazione notturna del Monumento e cartellonistica).
.........Colgo l'occasione per ringraziare, assieme all'Archeoclub di Locri, che dell'argomento si è fatto attivissimo promotore, quanti hanno contribuito con i loro studi e le loro ricerche a tenere desto l'interesse sulla Torre, ed, in particolare, il Forum "Le Calabrie", che ha consentito a me ed a tutti quelli di cui sopra, di utilizzare questa piccola, ma sempre più importante tribuna.Ovviamente, tutti gli amici del Forum sono invitati alla "cerimonia", che si terrà nel corso della mattinata ...


Saluti,
F.

Caro Pino, la notizia che qui ci dai è davvero di grandissima importanza! Razz
Ho sottolineato i passi in cui dici che parte del merito di questo rinnovato interesse è del nostro forum, perchè uno degli intenti di questo spazio di incontro vituale è proprio questo: non solo scambiare idee e chiedere notizie su varie tematiche storiche, artistiche o archeologiche della nostra regione, ma anche lanciare progetti, idee, richiami sulla valorizzazione del nostro patrimonio storico e materiale.

Se a proposito della Torre di Pagliopoli una parte del merito è anche nostro (ma sicuramente spetta a te il maggior merito di aver attirato l'attenzione su questo monumento negletto e abbandonato), allora vorrà dire che il forum funziona, in tutti i sensi!! Razz

Grazie a te e a tutte le persone coinvolte, per questo rinnovato interesse per una testimonianza importante del nostro passato.

_________________
Marilisa Morrone
Top
Profilo Invia messaggio privato
messer giorgio



Registrato: 09/03/08 23:57
Messaggi: 1330
Residenza: Gerace - Locri

MessaggioInviato: Gio Giu 18, 2009 10:39 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ogni tanto una buona notizia fa bene Very Happy
Complimenti a tutti coloro che si sono adoperati a che si creasse l'evento.

Finora si è sempre pensato ad una unica torre che, di volta in volta, veniva chiamata con nomi diversi: dei Corvi, di Gerace, Pagliopoli, Paleopoli, ecc.
Quello che mi lascia comunque perplesso è la vicinanza delle Torri.

Il rudere di Torre che ci rimane è sicuramente quella raffigurata dal Saint-Non e rappresentata dalle foto, prima e dopo terremoto del 1908, presenti nel volume di Cataldo sulla cartografia geracese.

Posto quanto ci riferisce P. Scaglione
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Per quanto riguarda le stampe del Saint-Non, sperando di fare cosa gradita:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________
Cordialmente, Messer rk01_acavallo Giorgio.

Chi riconosce il valor altrui, accresce il proprio. (V. Zangara)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archeologia e Arte post-medievale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3  Successivo
Pagina 2 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Confirmed

Page generation time: 0.429