Indice del forum Studi Calabresi
Forum del Circolo di Studi Storici "Le Calabrie"
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Portanova di Grotteria

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archeologia e Arte medievale
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Gio Feb 22, 2018 2:43 am    Oggetto: Ads

Top
Licofoli
Amministratore


Registrato: 30/11/06 21:31
Messaggi: 746
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Lun Mar 23, 2009 5:27 pm    Oggetto: Portanova di Grotteria Rispondi citando

Cari amici,

nel 1993 pubblicai un saggio nel quale attraverso l'edizione di un documento del 1497, ho ricostruito le vicende di Agazio Striveri, un capitano doppiogiochista di Grotteria durante l'occupazione francese del Regno di Napoli da parte delle truppe di Carlo VIII di Francia. Dopo una edizione in una rivista scientifica, nel 2006 ho pubblicato li lavoro in forma monografica. Non mi dilungo sull'affascinante vicenda di Agazio Striveri. In questa sede mi interessa soffermarmi sul fatto che il documento che narrava le vicende dello Striveri citava una fantomatica "Portanova", uno sbarramento situato sulle montagne grotteresi con un'annessa postazione di guardia.
Nel 1993, incuriosito da questa notizia, mi misi alla ricerca di "Portanova" sulle montagne grotteresi; così ebbi la soddisfazione a 500 anni di distanza dai fatti di Agazio, di ritrovare "Portanova", tra l'altro in ottimo stato di conservazione, segnalandola agli studiosi e alla comunità. Ecco quanto da me scritto in tale saggio:

«Percorrendo la SS. 501, a circa 4 km a Nord dell’abitato di Grotteria, nei pressi dalla contrada San Paolo, a circa 565 metri di quota, sulla cima di un promontorio roccioso non molto distante dal ciglio destro della strada, si ritrova infatti una muraglia di sbarramento di un passo lungo l’antica strada per giungere a Grotteria dal versante tirrenico. La muraglia, che ha la forma di una mezza croce uncinata, lunga complessivamente intorno a 20 metri ed alta una decina, presenta, nella parte centrale, un’apertura con arco a sesto acuto, oggi (1993) leggermente allargato per il transito di mezzi agricoli. Nella parte interna della fortificazione sono presenti i resti di un piccolo edificio a due piani, che probabilmente costituiva l’abitazione del corpo di guardia addetto alla sorveglianza della porta. Va rilevato che il nome di Portanova, attestato nel XV secolo, lascia ipotizzare come in età più remota fosse esistita in quel sito o lungo la stessa direttrice viaria, una precedente costruzione destinata alla stessa funzione. Bisogna anche ricordare che lo stesso percorso era praticato nell’evo antico (V-IV sec. a. C.), benché non possa dirsi finora se vi sia stata o meno soluzione di continuità nel suo uso; cfr. A. MAGGIANI, S. SETTIS, Nuove note medmee, «Klearchos», XIV (1972), p. 29 e sg; R. FUDA, Insediamenti e circolazione monetaria nella vallata del Torbido «Rivista storica calabrese» N.S. VI (1985), nn. 1-4, pp. 184-186.».

Ecco le foto di Portanova oggi:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Portanova come appariva ai viaggiatori che stavano per entrare nel territorio grotterese (foto Utriusque Juris Doctor)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Portanova dall'interno con l'abitazione del corpo di guardia (Foto Licofoli 2006)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Portanova di profilo con l'imponente muratura con svolgimento a tenaglia (foto Utriusque Juris Doctor)

Dopo un mio sopralluogo nel 2006 e soprattutto dopo quello di ieri insieme al caro amico UJD, autore della maggioranza di queste foto, ho potuto constatare amaramente che, sebbene lo stato di conservazione dell'importantissima fortificazione sia ancora ottimo, putroppo mani sciagurate hanno ulteriormente sventratro la muratura nei pressi della porta per far transitare probabilmente mezzi agricoli più grossi.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


L'apertura nel 1993: notate che vi è solo un lieve allargamento laterale (foto Licofoli)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Ecco l'immane scempio del 2006 (notate quanta muratura è stata demolita) (foto Licofoli).


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


L'apertura ieri 22.03.2009 (foto Utriusque Juris Doctor)

Come è possibile verificare confrontando le foto l'antica apertura è stata allargata abbondantemente in larghezza e in altezza, perdendo così i connotati originali e compremettendo persino la prima delle due riseghe murarie transitanti all'altezza della porta. Si tratta di un danno gravissimo, già a suo tempo da me segnalato alle autorità comunali grotteresi.

Propongo che il nostro Circolo prenda a cuore questa importantissima testimonianza del passato, sia a livello di possibili ricerche di carattere archeologico effettuabili in loco dalle autorità competenti, sia a livello di tutela (e magari anche di risarcimento di quanto demolito), attraverso una campagna di sensibilizzazione presso chi di dovere.

Attendo le vostre riflessioni.

Saluti

Licofoli

_________________
Ex montibvs lvx!
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Utriusque Juris Doctor
Amministratore


Registrato: 20/01/07 15:09
Messaggi: 296
Residenza: Geracide

MessaggioInviato: Lun Mar 23, 2009 9:53 pm    Oggetto: Rispondi citando

Anch'io ieri ho potuto - amaramente - constatare, assieme al caro Licofoli, il progressivo e vandalico scempio dell'importante emergenza architettonica (unico superstite nel suo genere e di quell'epoca, in questo territorio, di tali imponenti manufatti extra moenia urbis), concordando pertanto, appieno, con quanto proposto dall'amico studioso.

_________________
U.J.D.

"A faticosa impresa assai per tempo" (F. Petrarca, Canzoniere, 119, 12)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail AIM
messer giorgio



Registrato: 09/03/08 23:57
Messaggi: 1330
Residenza: Gerace - Locri

MessaggioInviato: Lun Mar 23, 2009 10:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

Anche se non socio del Circolo, per quel che posso, contate su di me.

_________________
Cordialmente, Messer rk01_acavallo Giorgio.

Chi riconosce il valor altrui, accresce il proprio. (V. Zangara)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archeologia e Arte medievale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Confirmed

Page generation time: 1.597