Indice del forum Studi Calabresi
Forum del Circolo di Studi Storici "Le Calabrie"
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

La Timpa dei Santi a Caccuri

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archeologia e Arte medievale
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mer Feb 21, 2018 3:16 pm    Oggetto: Ads

Top
da Fiore
Amministratore


Registrato: 13/01/07 00:48
Messaggi: 1681
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Ven Gen 26, 2007 11:55 pm    Oggetto: La Timpa dei Santi a Caccuri Rispondi citando

Cari amici,
se gli archeologi conoscono quello straordinario complesso rupestre denominato "Timpa dei Santi", ricadente nel comune di Caccuri (KR), il sito è poco noto ai non addetti ai lavori. Si tratta di una altura dove si trovano molte cavità rupestri che furono interessate da una comunità di anacoreti bizantini; nelle grotte sono ancora rilevabili tracce di frequentazione, come i dipinti di Sacre icone. Per quanto io sappia, fino a qualche anno fa l'insediamento non era ancora stato esplorato, nè tantomeno pubblicato.
Qualche frequentatore del forum ne sa qualcosa di più?

Saluti
Marilisa
Top
Profilo Invia messaggio privato
Pako



Registrato: 20/01/07 17:06
Messaggi: 3
Residenza: Un pò qua un pò là

MessaggioInviato: Mar Gen 30, 2007 10:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

Una piccola nota è stata pubblicata da Giuseppe Roma nell'89 sulla rivista Napoli Nobilissima. In realtà si tratta di un testo alquanto povero e davvero poco significante. L'unica cosa positiva è che segnala la presenza delle grotte e descrive qualche frammento di affresco presente. Non ci sono piante e le foto sono pochissime. Cmq, per come ne parla mi sembra essere un piccolo insediamento lauritico.
Magari si potrebbe organizzare una visita in gruppo.
Saluti a Tutti
Twisted Evil
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
da Fiore
Amministratore


Registrato: 13/01/07 00:48
Messaggi: 1681
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Gio Feb 01, 2007 1:53 pm    Oggetto: Rispondi citando

Avevo sentore che fosse un insediamento lauritico; comunque, se in pratica è quasi inedito, potrebbe essere un buon argomento di ricerca per il Circolo.
Accolgo volentieri l'ipotesi di una visita di gruppo: tutto sta a smuovere i sedentari abitanti del Circondario di Gerace che sembra abbiano scelto come motto l'Hic manebimus optime di Cesariana memoria...

Ciao e grazie

Marilisa
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anonimo



Registrato: 22/05/07 15:57
Messaggi: 169

MessaggioInviato: Gio Mag 24, 2007 12:11 am    Oggetto: Rispondi citando

Negli "Annali della Facoltà di Lettere e Filosofia" dell'Università degli Studi di Bari. Facoltà di Lettere e Filosofia, a. XXXIII, 1990, pp. 133-146 si trova questo articolo: D. A. Marino, Considerazioni sul sito protostorico di Timpa dei Santi e il Bronzo recente nella Calabria centro-orientale.
Non so se si riferisca alla stessa cosa, dal momento che si parla di sito protostorico e non bizantino.
Qualcosa si dovrebbe trovare nel volume "Civiltà rupestri e siti monastici nel Marchesato crotonese” del professore Francesco Cosco, il quale ne parla brevemente anche in questo sito:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________
Questo utente ha deliberatamente cancellato il proprio account, le proprie generalità e non è più attivo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
da Fiore
Amministratore


Registrato: 13/01/07 00:48
Messaggi: 1681
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Lun Mag 28, 2007 12:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

Kaulon ha scritto:
Negli "Annali della Facoltà di Lettere e Filosofia" dell'Università degli Studi di Bari. Facoltà di Lettere e Filosofia, a. XXXIII, 1990, pp. 133-146 si trova questo articolo: D. A. Marino, Considerazioni sul sito protostorico di Timpa dei Santi e il Bronzo recente nella Calabria centro-orientale.
Non so se si riferisca alla stessa cosa, dal momento che si parla di sito protostorico e non bizantino.

Il saggio di Domenico Marino, oggi Ispettore pre e protostorico della Soprintendenza ai Beni archeologici della Calabria, si riferisce all'insediamento dell'età del Bronzo recente, nel cui sito vennero ad insediarsi alcuni millenni dopo i monaci bizantini;
pertanto il sito di Timpa dei santi ricordato nel titolo dell'articolo è il medesimo.


Qualcosa si dovrebbe trovare nel volume "Civiltà rupestri e siti monastici nel Marchesato crotonese” del professore Francesco Cosco, il quale ne parla brevemente anche in questo sito:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Grazie della segnalazione.

M.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Klion



Registrato: 03/11/07 21:25
Messaggi: 1

MessaggioInviato: Dom Nov 04, 2007 9:55 pm    Oggetto: La Timpa delle Grotte dei Santi in territorio di Caccuri Rispondi citando

Il complesso rupestre fu scoperto, ai primi del XX secolo, da Armando Lucifero che lo menzionò in una nota della sua opera "Mammalia Calabra".
E' stato ufficialmente segnalato da Domenico Marino nel 1983 (cfr. archivio Soprintendenza Beni Archeologici Calabria) che ne ha dettagliatamente documentate le superfici dipinte, sia in diapositiva sia in video.
In anni recenti è stato oggetto di una tesi di laurea (rel. G. Roma - correl. D. Marino) in Archeologia Medioevale, finalizzata soprattutto all'analisi del ciclo pittorico.
Il complesso è stato purtroppo oggetto di danneggiamenti e di scavi clandestini. Ne è programmata l'indagine nell'ambito delle attività dell'Ufficio Territoriale Sila della Soprintendenza Beni Archeologici - Sede di Crotone.

_________________
Klion
Top
Profilo Invia messaggio privato
da Fiore
Amministratore


Registrato: 13/01/07 00:48
Messaggi: 1681
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Lun Nov 05, 2007 7:27 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grazie delle notizie Klion, e benvenuto nel forum!!

Non ero a conoscenza che il sito fosse stato segnalato per la prima volta dal dott. Marino, pur conoscendo la sua opera di ricerca solerte e preziosa nell'archeologia di tutto il Crotonese!

Mi fa piacere che finalmente il sito abbia una sua degna esplorazione e valorizzazione.
Tutto il comprensorio tra Caccuri e Cerenzia lo meriterebbe, e per i siti classici e per le innumerevoli testimonianze medievali ancora quasi inesplorate!

Saluti

M.M.
Top
Profilo Invia messaggio privato
sibirenense



Registrato: 11/11/07 21:36
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Mer Nov 14, 2007 12:31 pm    Oggetto: La Timpa dei Santi a Caccuri Rispondi citando

La discussione sul sito rupestre mi attira ad intervenire nel vostro forum, perché sono stato a Timpa dei Santi. Un unicum per le nostre zone dice il prof. Roma, fonte a me nota, utilissima tra l’altro, in quanto in breve commenta le tesi di alcuni studiosi in materia di siti rupestri monastici. La cripta è interamente affrescata e con varie immagini: cinque le icone il che ha determinato il toponimo, ma quel che rimane visibile è molto poco: un Cristo Pantocrator, i resti di una madonna odighiatria, di un arcangelo, di un edificio, ma quel che fa più meditare sono due croci dipinte sulle pareti opposte, una latina l’altra greca. Colpisce anche il fatto che il sito è posto su una rupe altissima. La visita sarebbe una vera avventura, ma piacevole ed indimenticabile; il testo del Cosco che ne parla è interamente pubblicato su
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

.
Saluti per tutti
Sibirenense
Top
Profilo Invia messaggio privato
da Fiore
Amministratore


Registrato: 13/01/07 00:48
Messaggi: 1681
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Mer Nov 14, 2007 3:34 pm    Oggetto: Re: La Timpa dei Santi a Caccuri Rispondi citando

sibirenense ha scritto:
La discussione sul sito rupestre mi attira ad intervenire nel vostro forum,

Benvenuto sul nostro forum, che da oggi è anche il tuo, gentilissimo conterraneo siberenense.
La tua provenienza non può che rendermi felice per il fatto di condividere con te la mia origine e l'argomento di tante mie ricerche!!


perché sono stato a Timpa dei Santi. Un unicum per le nostre zone dice il prof. Roma, fonte a me nota, utilissima tra l’altro, in quanto in breve commenta le tesi di alcuni studiosi in materia di siti rupestri monastici. La cripta è interamente affrescata e con varie immagini: cinque le icone il che ha determinato il toponimo, ma quel che rimane visibile è molto poco: un Cristo Pantocrator, i resti di una madonna odighiatria, di un arcangelo, di un edificio, ma quel che fa più meditare sono due croci dipinte sulle pareti opposte, una latina l’altra greca. Colpisce anche il fatto che il sito è posto su una rupe altissima. La visita sarebbe una vera avventura, ma piacevole ed indimenticabile; il testo del Cosco che ne parla è interamente pubblicato su
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

.
Saluti per tutti
Sibirenense


Grazie per la descrizione, e andremo subito a leggere il testo del prof. Cosco Wink

La visita sarà messa subito all'ordine del giorno nella prossima riunione del Circolo!! Potremmo passare un'intero week-end nella zona tra Caccuri e Santa Severina!
Daremo notizie in futuro su quest'escursione.

Saluti
M.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Nikodemo



Registrato: 16/01/07 18:01
Messaggi: 31
Residenza: Calabria

MessaggioInviato: Sab Nov 17, 2007 10:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

Arrow C'è un'altura dalle spareti scoscese, vera e propria "timpa", sempre più erosa dal vento, dalla pioggia e dagli interventi dell'uomo. E ci sono i santi, sempre più illeggibili, con il Santo dei santi, la dolce Madre, il forte ed elegante angelo, Michele o Gabriele, che protegge e si mostra quasi verso noi, sollevando con il moderato movimento delle sue ali, il vento della vita che giunge e ritorna da un armonioso edificio, posto appena dietro, dall'aspetto più celeste che terreno. E poi altre figure, forse, quasi scomparse. E il tutto è richiamato da ignoti viaggiatori del seicento che ne hanno riproposto i tratti, più schematici ed infantili, con un semplice sottile carboncino. Tutt'intorno è roccia, ciottoli su ciottoli cementati da sabbia, e sentieri e arbusti. E grotte ancora più in basso, con nicchie e ripiani. E in alto, sulla sommità dell'altura, sepolture violate e un'infinità di ceramica del tempo in cui quella terra non conosceva ancora il greco, quello antico. Da lassù, così si dice, pare che provenga una moneta dell'età in cui l'universo cristiano si aspettava la fine del mondo; ma non si sa che fine abbia fatto. Forse è solo leggenda, come le tante altre che avvolgono i luoghi in cui l'uomo, scavando, grotte o miniere, ha sfidato le barriere dell'esteriorità, per spingersi oltre. Ma da lassù, ancora, si gode di una delle più straordinarie vedute della valle del Neto. E guardare è già contemplare, ritornare indietro nel tempo e volgersi verso l'alto, verso l'alto, verso l'alto, per fondersi per un'istante con l'intensità dei pensieri, in verità del Pensiero, di quanti in umiltà, fra tanti disagi, hanno vissuto quei luoghi. Per gli altri, per noi, per chi verrà. Le preghiere dei monaci sono oggi il silenzio, il soffio del vento, il belare di ardite capre, il rotolare di minuscoli ciottoli scalzati dalle frenetiche zampette delle lucertole. Andiamo dunque insieme a sederci, ad ascoltare, a guardare. Ma in fretta. Le timpe scivolano a valle, scompaiono, ed i santi ritornano in cielo. In fretta, insieme..

Nikodemo

_________________
Nikodemo
Top
Profilo Invia messaggio privato
Axiopistos anthropos



Registrato: 18/11/07 22:38
Messaggi: 24

MessaggioInviato: Mer Nov 21, 2007 10:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

Caro Nikodemo, come Frederik mi ha risposto una volta ad una domanda forse un pò infantile: ogni solitudine crea uno spazio d'accoglienza dentro ciascuno di noi.

"Fratello, odia perfettamente per amare perfettamente, per avvicinarti perfettamente aborrisci l'adozione, per ricevere l'adozione (Gal 4,5) rinuncia a fare la tua volontà, e fa la volontà di Dio, taglia te stesso e lega te stesso; fa morire te stesso e fa vivere te stesso (1Pt 3,1Cool; dimentica te stesso, e conosci te stesso. Ed ecco che hai le opere del monaco. (Barsanufio monaco e santo di Palestina, Lettere)

Forse prima di vivere in maniera serena, come i volti dei monaci di Mazi, bisogna "scendere nella grotta" e scavare in profondità.

Lo auguro a tutti
B. notte
A.A.
Laughing
Top
Profilo Invia messaggio privato
da Fiore
Amministratore


Registrato: 13/01/07 00:48
Messaggi: 1681
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Ven Feb 08, 2008 8:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

Axiopistos anthropos ha scritto:
.....omissis
Forse prima di vivere in maniera serena, come i volti dei monaci di Mazi, bisogna "scendere nella grotta" e scavare in profondità.



Caro Axio, anche noi, come i monaci di Mazi, proveremo per un giorno a scendere nelle grotte della Timpa dei Santi, senza Cool scavare però....ma andando in profondità con la conoscenza...
Wink
Il 26 di aprile, in escursione con il Circolo!!

_________________
Marilisa Morrone
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archeologia e Arte medievale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Confirmed

Page generation time: 5.447