Indice del forum Studi Calabresi
Forum del Circolo di Studi Storici "Le Calabrie"
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Gioiosa: Torre della Spina

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archeologia e Arte post-medievale
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Lun Feb 26, 2018 1:57 am    Oggetto: Ads

Top
Licofoli
Amministratore


Registrato: 30/11/06 21:31
Messaggi: 746
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Dom Lug 05, 2009 2:09 pm    Oggetto: Gioiosa: Torre della Spina Rispondi citando

Cari amici,

guardate questa foto:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



È la torre detta la Spina, di cui, a dire il vero, sappiamo parecchio. Fu costruita nel 1564 dall'Università di Gioiosa, appaltatore mastro Decio D'Arena e si inquadra nel contesto delle torri di avvistamento di età vicereale.

Sappiamo pure che l'appaltatore, uomo di mondo, piuttosto che recare sul luogo il materiale da costruzione, secondo quanto pattuito con il comune gioiosano che aveva finanziato l'opera, preferì smontare un vicino edificio romano, non senza generare lamentele da parte dell'amministrazione comunale che gli chiese i danni, anche perché il materiale da costruzione rientrava nelle spese già pagate. Insomma, una storia di ordinaria amministrazione.

Sono trascorsi 445 anni dalla costruzione e la torre, al contrario di altre consorelle demolite perché "ostacolavano lo sviluppo urbano" delle moderne marine (Bovalino, Siderno ecc.), grazie alla lungimiranza delle autorità che ne avevano voluto la costruzione quattro secoli prima si è conservata nel complesso integra, sebbene dimostri fatalmente la propria età.

Dal 1948, anno in cui Gioiosa Jonica, fu costretta a subire la secessione della sua frazione Marina (oggi comune di Marina di Gioiosa), e la perdita di 15 kmq di territorio comunale, la torre ricade appunto nel comune di Marina di Gioiosa.

La cittadina costiera, vera e propria filiazione dell'antico e tuttora vitale centro dell'entroterra, ha continuato ad avere cura dell'edificio perché costituisce uno dei non molti beni culturali del centro (in tutto due torri e un teatro romano). tutto ciò fino a non molto tempo addietro!

Se osservate con attenzione la foto, che è stata scatta stamane, 5 luglio 2009, noterete che, nel disinteresse generale dei "marinoti", il degrado avanza inesorabilmente. La torre è in gran parte circondata da erbacce selvatiche le cui radici, certamente, non giovano alla muratura. Sono ormai decenni che non viene pulita, insomma non sempre il progresso degli anni contribuisce a migliorare la sensibilità verso la conservazione di questi importanti monumenti che altri centri (che li hanno distrutti) oggi invidiano.

Vuole essere, questo, un piccolo grido di allarme che, guarda caso, parte dall'antica madrepatria, mentre ai piedi della torre, come ogni anno in estate, fioriscono svago, divertimento, musica e bagordi fino all'alba.... Roba da far rizzare i capelli perfino a mastro Decio D'Arena che, almeno, le torri le sapeva costruire...

Saluti

Licofoli

_________________
Ex montibvs lvx!
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Utriusque Juris Doctor
Amministratore


Registrato: 20/01/07 15:09
Messaggi: 296
Residenza: Geracide

MessaggioInviato: Dom Lug 05, 2009 2:27 pm    Oggetto: Rispondi citando

Caro Vincenzo,
per l'amore che oramai da decenni ci accomuna per l'antico e per le sue vestigia, non posso non concordare col tuo j'accuse per l'indifferenza di una certa irrispettosa modernità, specie di quella, considerata l'attuale stagione, gaudente ed estiva.
E visto il degradato stato della Torre "marinota", senza voler fare della retorica a buon mercato come un barboso laudator temporis acti, mi tornano alla mente gli immortali versi tassiani:
Muoiono le Città, muoiono i Regni:
Copre i fasti e le pompe arena ed erba
E l'uomo d'esser mortal par che si sdegni.
Oh, nostra mente cupida e superba
!
(T. Tasso, Gerusalemme liberata, XIII, 39).
Saluti.

_________________
U.J.D.

"A faticosa impresa assai per tempo" (F. Petrarca, Canzoniere, 119, 12)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail AIM
Scinuso



Registrato: 16/01/07 21:42
Messaggi: 1185
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Dom Lug 05, 2009 2:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

Caro Vincenzo,

non ho mai con precisione messo a punto perchè la torre sia detta Spina. So che ciò si deve alla famiglia Spina, che ne fu proprietaria. Ma potresti darmi indicazioni più precise?

_________________
Scinuso
Top
Profilo Invia messaggio privato
Licofoli
Amministratore


Registrato: 30/11/06 21:31
Messaggi: 746
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Dom Lug 05, 2009 2:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sono certo che la denominazione della torre non sia legata alla famiglia Spina. Tanti anni fa ritenevo che lo fosse, in quanto, almeno il vicino fondaco, legato storicamente alla torre, fu dei Pellicano Spina di Gioiosa, chiamati spesso Spina sic et simpliciter.

In realtà esiste un documento che risale all'8 luglio 1625 nel quale la torre viene così definita:

«torre chiamata la Spina seu guarnigione maritima...».

Questo documento dimostra che la denominazione la Spina è antica, che non c'è alcun legame con la famiglia Spina (venuta in zona più tardi) e, soprattutto, che non siamo attualmente in grado di stabilire da cosa sia stato originato questo nome.

Perché non ci sforziamo un po' in questa sede....?

_________________
Ex montibvs lvx!
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Scinuso



Registrato: 16/01/07 21:42
Messaggi: 1185
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Dom Lug 05, 2009 2:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

Forse un riferimento ai Carafa? Però sarebbe strano, perchè la trorre era universale e non feudale.

O il nome del fondo su cui sorge, con richiamo alla vegetazione? Ma sarebbe attestato da qualce parte...

Ricordo di passata la denominazione di torre Borraca (sic) attribuita da Barillaro, che mi pare non abbia alcun riscontro e sia frutto di mero arbitrio interpretativo, diciamo così. Che sia detta del Cavallaro come anche B. rileva, è più probabile ma non so se sia effettivamente attestato.

_________________
Scinuso
Top
Profilo Invia messaggio privato
Scinuso



Registrato: 16/01/07 21:42
Messaggi: 1185
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Dom Lug 05, 2009 3:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

Se escludiamo la famiglia Spina e il fondo Spina, resta poco...Spina è anche l'attrezzo, munito di rubinetto, che si applica ad una estremità delle botti per versarne il contenuto. Potrebbe significare quindi metonimicamente "mescita", magari con qualche legame con l'attiguo fondaco frequentato dai mercanti (odierna casa Malgeri). Illazioni....

_________________
Scinuso
Top
Profilo Invia messaggio privato
Utriusque Juris Doctor
Amministratore


Registrato: 20/01/07 15:09
Messaggi: 296
Residenza: Geracide

MessaggioInviato: Dom Lug 05, 2009 3:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

..Illazioni, vero. Ma pur non dimeno interessanti.

_________________
U.J.D.

"A faticosa impresa assai per tempo" (F. Petrarca, Canzoniere, 119, 12)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail AIM
Licofoli
Amministratore


Registrato: 30/11/06 21:31
Messaggi: 746
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Dom Lug 05, 2009 3:46 pm    Oggetto: Rispondi citando

Cari amici,

la denominazione Borraca non si ritrova in alcun documento e a tutt'oggi mi sembra parto barillaresco.

Stessa cosa per Cavallaro o Cavallara che non compare in nessun documento, sebbene si ritrovino anche per questa torre come per tutte le altre i cavallari, cioè i custodi delle torri. Da questa generica denominazione dei custodi, detti appunto cavallari, sono originate le denominazioni "torre del Cavallaro" per numerosi torri calabresi.

Nel caso gioiosano però, non si registra un uso antico della denominazione "del cavallaro" o "cavallara", ma esclusivamente contemporaneo nella strampalata cartellonistica o segnaletica marinota, frutto, evidentemente, di letture barillariane. L'unico uso antico attestato è quelo di "la Spina" o "della Spina".

E qui il problema dell'origine di questa denominazione si ripropone prepotentemente.

Interessanti le proposte di Scinuso ma putroppo in alcun modo documentabili.

A livello di mera sensazione, avverto plausibile un legame con qualcosa di naturale o di umano a forma di spina esistente prima o accanto alla torr ed oggi scomparso... ma è solo una sensazione.

_________________
Ex montibvs lvx!
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
da Fiore
Amministratore


Registrato: 13/01/07 00:48
Messaggi: 1681
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Dom Lug 05, 2009 5:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

Io associerei il toponimo al fatto che la torre insiste su un'area archeologica considerevole, cosa suggerita dalla vicenda di mastro Decio d'Arena, che recenti scavi hanno confermato, mettendo in luce le fondazioni della torre ovvero, in pratica, gli stessi zoccoli di fondazione degli edifici romani.
Essendo i roveti, in dialetto spinari o spine, cespugli che vegetano in gran quantità sui ruderi antichi, vedrei un nesso tra questo aspetto della campagna dopo l'abbandono del sito romano e prima della nuova antropizzazione, e il toponimo da cui la torre avrebbe preso la sua denominazione.
Insomma come Scinuso è il luogo degli scini, o mirti, Aloe è il luogo delle agavi, in dialetto aloi e così via, Spina è il luogo degli spini.

Che ne pensate?

_________________
Marilisa Morrone
Top
Profilo Invia messaggio privato
fethiye



Registrato: 28/01/07 20:09
Messaggi: 230
Residenza: Locride

MessaggioInviato: Dom Lug 05, 2009 5:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

Stranamanete, esattamente due anni fa (5 luglio 2007), scrivevo in un topic sulla Torre di Pagliapoli, della cartografia da cui è possibile desumenre i nomi delle torri.
In quell'occasione, fra le altre, postai un'immagine tratta da una carta di Mario Cartaro del 1613, che qui ripropongo:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Aggiungo che esiste una carta ancor più antica (di cui non posso postare l'immagine perchè di proprietà privata), redatta da Nicolantonio Stigliola nel 1595 (e che peraltro, nella sostanza è identica a quella del Cartaro di cui sopra), in cui appare la dicitura "Torre della Spina".
In quasi tutta la cartografia di quel periodo la torre è riportata con questo nome: solo in Magini si "devia" dal toponimo consolidato, approdando ad un "T. Turbolo", in cui si prende evidentemente a prestito il nome del corso d'acqua, forse scambiandolo con esso (a differenza sia dello Stigliola che del Cartaro, che certamente vennero in questi lidi e presero visione di persona dei luoghi, Magini, con ogni probabilità non scese mai al di sotto di Roma, e quindi i dati di cui si avvalse sono riportati da terzi).
Infine, ancora in Rizzi-Zannoni (1788), la torre è detta "Torre d. Spina".
Pertanto, direi che non vi è possibilità di discussione sul nome della Torre.
Inoltre, come dimostrano i fatti narrati da Licofoli, la sua origine è sicuramente vicereale, e, quasi certamente, la sua costruzione deve essersi conclusa entro il 1563, poichè in questa data un documento attesta che, in Calabria, il sistema torriero era stato portato a compimento (ben prima che nel resto del Regno! insolito per la nostra terra!)

Qualche piccola remora, piuttosto, l'avrei nell'appellativo "di avvistamento" che, nel tempo, ha conferito una sorta di "diminutio" alla funzione torriera: tutte le torri, infatti, forse con la sola esclusione di quelle lontanissime dai centri abitati, come ad esempio la torre di Riace, erano armate, più o meno pesantemente, e la sola presenza di "mascoli" già contribuiva a fornire loro un non trascurabile potere dissuasivo.

Per quanto riguarda, infine, lo stato pietoso della torre, mi piacerebbe che l'iniziativa portata avanti con la Torre di Pagliapoli "docesset" anche in questo caso.

Infine, segnalo un senz'altro interessante "Progetto di conservazione della torre "Spina" a Gioiosa J. (sic!)", quaderni del P.A.U., anno XIII, n.ro 25-26

Cordiali saluti,
F.

_________________
mònon òida oudèn idèin
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Scinuso



Registrato: 16/01/07 21:42
Messaggi: 1185
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Dom Lug 05, 2009 6:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

Anch'io come da Fiore propenderei per l'origine toponomastica del nome Spina. Però mi chiedevo se non avesse qualche rilievo che il toponimo non sia altrimenti attestato.

_________________
Scinuso
Top
Profilo Invia messaggio privato
messer giorgio



Registrato: 09/03/08 23:57
Messaggi: 1330
Residenza: Gerace - Locri

MessaggioInviato: Dom Lug 05, 2009 11:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

Timbro il cartellino Wink

T. della Spina in territorio di Mottagioiosa.

Così viene riportata in Descrittione del Regno di Napoli di Scipione Mazzella Napoli 1601

_________________
Cordialmente, Messer rk01_acavallo Giorgio.

Chi riconosce il valor altrui, accresce il proprio. (V. Zangara)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Licofoli
Amministratore


Registrato: 30/11/06 21:31
Messaggi: 746
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Lun Lug 06, 2009 12:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

Cari amici, grazie a tutti voi per gli interventi.


abbiamo diviso il topic in due. Qui si continuerà a parlare della torre della Spina; nel nuovo topic "Torri di Roccella" si potrà discutere degli argomenti legati alle torri roccellesi, fra le quali l'ipotetica fortificazione di Barruca.


Interessante l'ipotesi di da Fiore perché individua un nesso logico fra la genesi del nome della località e possibili caratterizzazioni della medesima (zona spinosa). Possibili e assai probabili.

Grazie a Fethiye per l'intervento molto competente sul tema. A questo proposito vorrei precisare che la mia generica e invalsa definizione di "torre di avvistamento" serviva per distinguere la torre soprattutto dall'altro tipo di torri diffuse in Calabria, e non solo, cioè quelle di residenza a capo di masserie e di suffeudi (per es. Torre Galea), costruite da signori locali come residenze fortificate.

Grazie a Messer Giorgio per la citazione di Scipione Mazzella.

Saluti

L.

_________________
Ex montibvs lvx!
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Licofoli
Amministratore


Registrato: 30/11/06 21:31
Messaggi: 746
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Lun Lug 06, 2009 1:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ed ecco una vera e propria primizia in anteprima dalla mia monografia sulla storia di Gioiosa. Una delle più antiche atttestazioni della denominazione "della Spina" riferite alla torre di cui stiamo discutendo, una dichiarazione del sindaco ed eletti di Gioiosa risalente al 1582. Vi trascrivo qualche brano, rinviando al volume per il resto:

Facemo plena et indubitata fede a chi spetta vedere la presenti et maxime allo ecclenti signor Pietro Ravaschieri regio thesorerio de la provincia de Calabria Ultra, qualmenti lo nobile Petro de Aldiger capitano et castellano deputato per sua eccellencia, secondo per sua commissione ne fe costare, de la regia torre detta de la Spina de la marina de ditta Motta (Gioiosa)…

Come si vede risulta che Pietro de Aldiger era stato nominato capitano e castellano della torre direttamente dalle autorità provinciali, mentre il suo aiutante, aggiungo io, era stato nominato dalle autorità gioiosane. Essi avevano:

fatto la guardia in detta torri, tanto di notti como di giorno, con ogni vigilantia e diligentia, sincome si conveni dal primo del mese di giugno proxime passato, insino all'ultimo del detto mese...

Ecco come i documenti, meglio di qualsiasi altra cosa, riescono a far riemergere il passato.

Licofoli

_________________
Ex montibvs lvx!
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archeologia e Arte post-medievale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Confirmed

Page generation time: 0.684