Indice del forum Studi Calabresi
Forum del Circolo di Studi Storici "Le Calabrie"
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

III Colloquio di Studi Storici sulla Calabria Ultra 10.04.10
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Il salotto del Circolo
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Lun Apr 23, 2018 4:42 am    Oggetto: Ads

Top
Abate Correale



Registrato: 21/01/07 21:09
Messaggi: 532
Residenza: Urbs ac Hieracensis dioecesis

MessaggioInviato: Mar Mar 09, 2010 8:03 pm    Oggetto: III Colloquio di Studi Storici sulla Calabria Ultra 10.04.10 Rispondi citando

Vorrei segnalare un'iniziativa cui tengo molto e a cui naturalmente siete tutti invitati:

Citazione:
Fondazione Bedini - Staltari onlus

Circolo di Studi Storici Le Calabrie

con il patrocinio di

Deputazione di Storia Patria per la Calabria

Comune di Sant’Ilario dello Jonio

Pro Loco di Sant’Ilario dello Jonio


III Colloquio di Studi Storici sulla Calabria Ultra
«Movimenti insurrezionalisti e legittimismo
post-unitario in Calabria»


Sabato 10 Aprile 2010 ore 16.30
Palazzo Speziali Carbone - Sant’Ilario dello Jonio (Rc)

PROGRAMMA:

Saluti:

Prof. Ugo Mollica, Presidente della Pro Loco di Sant’Ilario dello Jonio
Ing. Pasquale Brizzi, Sindaco di Sant’Ilario dello Jonio
Prof. Giuseppe Caridi, Presidente della Deputazione di Storia Patria per la Calabria
Dott. Roberto Bedini, Vice Presidente Fondazione Bedini - Staltari onlus
Prof. Marilisa Morrone, Presidente del Circolo di Studi Storici Le Calabrie

Relazioni:
Dott. Vincenzo Cataldo, Deputazione di Storia Patria per la Calabria
«La quotidianità nel Distretto di Gerace nei rapporti dei sottintendenti e dei
sottoprefetti dal 1850 al 1870»


Dott. Carmela Maria Spadaro, Università degli Studi Federico II di Napoli
«Brigantaggio e legittimismo in Calabria: José Borjes e la tentata riconquista del Regno»

Dott. Alessio Bruno Bedini, Fondazione Bedini - Staltari onlus
«I fatti di Sant’Ilario nelle carte del processo alla banda Mittiga»

Coordinerà la manifestazione il Prof. Ugo Mollica



Nei prossimi giorni manderò a tutti i soci del circolo gli inviti per la manifestazione.

_________________
Ex abundantia enim cordis os loquitur (Mt 12,35)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Abate Correale



Registrato: 21/01/07 21:09
Messaggi: 532
Residenza: Urbs ac Hieracensis dioecesis

MessaggioInviato: Sab Mar 13, 2010 12:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

Questo l'invito per la manifestazione:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________
Ex abundantia enim cordis os loquitur (Mt 12,35)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Abate Correale



Registrato: 21/01/07 21:09
Messaggi: 532
Residenza: Urbs ac Hieracensis dioecesis

MessaggioInviato: Mer Apr 07, 2010 1:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

A quanto mi hanno riferito, sabato mattina saranno presenti articoli della manifestazione su CALABRIA ORA e altri giornali calabresi.

Sarò fuori sede e non ho possibilità di avvertirvi per tempo.

Cercherò di mettere online gli articoli non appena rientrerò a casa.

_________________
Ex abundantia enim cordis os loquitur (Mt 12,35)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Licofoli
Amministratore


Registrato: 30/11/06 21:31
Messaggi: 747
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Dom Apr 11, 2010 11:49 am    Oggetto: Rispondi citando

Complimenti a entrambi gli organizzatori.

E' stata una serata davvero molto equilibrata che ha portato motli dati nuovi alle conoscenze su questo fondamentale, complesso e travagliato periodo, da cui è dipesa in gran parte l'attuale condizione delle regioni meridionali della penisola italiana.

A mio giudizio tutti gli interventi più che spingersi in commenti - pure necessari e talvolta presenti - hanno offerto una gran quantità di notizie che hanno consentito alla folta platea che ha assistito alla manifestazionedi di farsi un'idea di ciò che è accaduto nella cosidetta Locride appena proclamata l'unificazione italiana. Ciò ha confermato che il risorgimento ha parecchi panni sporchi, finora tenuti rigorosamente nel cassetto, ma che, forse, è giunta l'ora di lavare, anche attraverso l'uso di detersivi come la cangeggina.

Complimenti ad Alessio Bruno Bedini, Enzo Cataldo e Mariolina Spadaro che cito rigorosamente in ordine alfabetico.

Licofoli

_________________
Ex montibvs lvx!
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Abate Correale



Registrato: 21/01/07 21:09
Messaggi: 532
Residenza: Urbs ac Hieracensis dioecesis

MessaggioInviato: Dom Apr 11, 2010 8:47 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ringrazio anche io gli organizzatori della manifestazione e tutti gli amici intervenuti.

La manifestazione ottimamente coordinata dal Prof. Ugo Mollica ha avuto un notevole riscontro di pubblico richiamando numerose persone nel paese di Sant’Ilario ed è dunque perfettamente riuscita

Il prof. Vincenzo Cataldo, della Deputazione di Storia Patria per la Calabria, ha tenuto una relazione su «La quotidianità nel Distretto di Gerace nei rapporti dei sottintendenti e dei sottoprefetti dal 1850 al 1870» in cui sono a mio avviso emersi aspetti molto interessanti per lo studio della nostra zona. Difatti se di solito si fanno risalire le problematiche del Sud Italia all'Unità, in queste relazione dei sottintendenti si vede benissimo che determinate problematiche esistevano (almeno nel distretto di Gerace) già prima dell'unità.

La dott.ssa Carmela Maria Spadaro, dell’Università degli Studi Federico II di Napoli, ha tenuto una relazione titolata «Brigantaggio e legittimismo in Calabria: José Borjes e la tentata riconquista del Regno» in cui ha affrontato la complessa relazione che ci fu tra il legittimismo borbonico e la delinquenza comune. Sappiamo che la propaganda italiana postunitaria ha spesso accomunato questi due fenomeni allo scopo di delegittimare chi era favorevole politicamente alla restaurazione. Se tale comportamento era però comprensibile all'epoca oggi non è più accettabile storicamente e occorre di certo fare distinzione tra i vari fenomeni che si verificarono.

Il dott. Bedini ha tenuto una relazione su «I fatti di Sant’Ilario nelle carte del processo alla banda Mittiga» in cui si è occupato di ricostruire ciò che successe nel settembre 1861 a Sant'Ilario, dei motivi che spinsero i bersaglieri a fucilare otto cittadini di Sant'Ilario e del processo che ne seguì contro altre 17 persone della zona. In realtà in quella zona solo tra il 20 e il 30 settembre 1861 furono fucilate senza alcun processo circa 50 persone ma questi avvenimenti per lungo tempo dimenticati non sono che la punta d'iceberg di quanto successe. Si stima infatti che nel solo 1861 nel sud Italia ci furono circa 10.000 fucilazioni sommarie di persone ritenute contrarie al nuovo regime piemontese e 13.000 incarcerati. A 150 anni di distanza finalmente oggi è giusto riscoprire quanto successo all’epoca non per cambiare la storia ma per capirla meglio perché solo capendo quanto avvenne nel passato si può guardare al futuro.

Gli atti della manifestazione saranno pubblicati tra circa 1 anno.

_________________
Ex abundantia enim cordis os loquitur (Mt 12,35)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Abate Correale



Registrato: 21/01/07 21:09
Messaggi: 532
Residenza: Urbs ac Hieracensis dioecesis

MessaggioInviato: Dom Apr 11, 2010 9:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

Alcune foto della manifestazione


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Da Sinistra: Morrone - Mollica - Bedini


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Da Sinistra: Mollica - Bedini - Cataldo - Brizzi


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Da Sinistra: Spadaro - Mollica - Bedini - Cataldo


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Da Sinistra: Spadaro - Mollica - Bedini - Cataldo

_________________
Ex abundantia enim cordis os loquitur (Mt 12,35)
Top
Profilo Invia messaggio privato
timoniere



Registrato: 24/07/09 08:53
Messaggi: 65
Residenza: Stignano

MessaggioInviato: Lun Apr 12, 2010 12:26 pm    Oggetto: Rispondi citando

I miei complimenti a tutti i "responsabili" della manifestazione ed un grazie al dott. Bedini che ha illustrato con passione delle novità storiche che fin'ora ignoravo.
La storia non si ferma........

Wink

_________________
Fulco di Calabria
Top
Profilo Invia messaggio privato
Scinuso



Registrato: 16/01/07 21:42
Messaggi: 1185
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Lun Apr 12, 2010 12:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

Davvero complimenti a tutti.


furio

_________________
Scinuso
Top
Profilo Invia messaggio privato
Phersu



Registrato: 20/02/08 13:17
Messaggi: 1806
Residenza: Etruria meridionale

MessaggioInviato: Lun Apr 12, 2010 1:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

Attendiamo con vero interesse lo scorrere di quest'annetto che il nostro Abate ci ha Razz invitato ad attendere.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


un simbolo è qualcosa in più
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

della somma delle sue parti
Top
Profilo Invia messaggio privato
da Fiore
Amministratore


Registrato: 13/01/07 00:48
Messaggi: 1681
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Lun Apr 12, 2010 1:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sono molto soddisfatta della serata: oltre al grande concorso di pubblico, abbiamo acquisito nuove ricerche, nuove fonti sull'argomento.

Interessantissime le relazioni del sottointendenti studiate da Enzo Cataldo, che ci offrono uno spaccato "in diretta" della nostra società del tempo, con riflessioni a 360° che vengono di conseguenza.

Altrettanto interessante l'analisi storica condotta da Mariolina Spadaro (che ricordo è stata per 4 anni presidente del Circolo), che ha letto sull'argomento anche alcuni passi di scritti di Croce e Nitti, di parte avversa al legittimismo.

E molto nuove le notizie apportate dallo studio di Alessio Bedini del Processo alla banda Mittiga: un personaggio da sempre etichettato come bandito, e che invece gli atti processuali restituiscono come un legittimista senza precedenti penali, come tutti della sua "Banda".
Mi ha molto colpito l'episodio di due degli 8 fucilati di Sant'Ilario che, dopo aver partecipato all'assalto a Condojanni che li porterà alla fucilazione, parlavano nella piazza del paese tranquillamente del fatto che Francesco II stava per tornare sul trono.
Se ce ne fosse bisogno, questo è un altro dato che si aggiunge a chiarire che il fenomeno etichettato totalmente come Brigantaggio cela una variegata realtà, in cui la delinquenza comune ebbe parte sicuramente (del resto in tutte le azioni di guerra si infiltrano poco di buono), ma di fondo molti di quelli che verranno chiamati briganti, erano in realtà legittimisti.

C'è ancora molto da studiare: rimbocchiamoci le maniche!!

_________________
Marilisa Morrone
Top
Profilo Invia messaggio privato
Licofoli
Amministratore


Registrato: 30/11/06 21:31
Messaggi: 747
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Lun Apr 12, 2010 1:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

Vado un attimo off topic, per fare una considerazione riguardo ad alcuni contenuti della prima relazione, riportati egregiamente dall'abate Correale:

Abate Correale ha scritto:
Difatti se di solito si fanno risalire le problematiche del Sud Italia all'Unità, in queste relazione dei sottintendenti si vede benissimo che determinate problematiche esistevano (almeno nel distretto di Gerace) già prima dell'unità.


Che all'interno delle Due Sicilie, come del resto all'interno di qualsiasi stato anche contemporaneo, vi siano state aree più arretrate di altre e che il distretto di Gerace ricadesse, anche per la sua posizione geografica, fra quelle un po' indietro è assai probabile.

Non dimentichiamo però due cose:

1) Le relazioni dei sottointendenti rispecchiavano la loro percezione della realtà, che poteva essere fedele o meno al vero in base alla loro capacità, del tutto personale, di cogliere aspetti positivi e negativi. Come fonte, dunque, va valutata con molta attenzione, a differenza di altri tipi di documento come per esemio l'atto notarile, che descrive un fatto, non una visione né un giudizio critico individuale come invece le relazioni. Diverso è il caso di relazioni che contengano dati statistici; in questa circostanza essi dovrebbero essere analizzati asetticamente, senza ascoltare l'opinione - favorevole o contraria - del sottintendente o del prefetto che li fornisce.

2) L'autore della relazione ci ha informato che molti sottintendenti geracesi erano di idee liberali anche prima dell'Unità; certi giudizi catastrofici forniti da costoro dovrebbero essere considerati con estrema cautela, giacché il loro scopo ultimo ed evidente era quello di sovvertire l'ordine costituito, come poi accadde realmente.

Dando un'occhiata a fonti di diversa tipologia che fortunatamente per l'ottocento abbondano, si potrebbero integrare bene le relazioni dei sottindententi per avere un quadro più attendibile delle condizioni di vita nel distretto a cavallo dell'unificazione.

Questi aspetti, del resto, sono stati a suo tempo ben studiati dall'ottimo amico Vincenzo Cataldo ma, ovviamente, non potevano trovare albergo in una relazione il cui intento era rivolto ad analizzare alcuni aspetti della vita quotidiana del distretto, esclusivamente in base alla relazioni dei sottintendenti e dei sottoprefetti.

Ciao

L.

_________________
Ex montibvs lvx!
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
da Fiore
Amministratore


Registrato: 13/01/07 00:48
Messaggi: 1681
Residenza: Gioiosa Jonica

MessaggioInviato: Lun Apr 12, 2010 1:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

Dimenticavo prima di spendere qualche parola su una simpatica scoperta: il dott. Roberto Bedini (padre di Alessio), preparatissimo e documentatissimo sul Brigantaggio, che ci ha anticipato, intervenendo nell'acceso dibattito svoltosi dopo le relazioni (di cui è stato anche protagonista il nostro pasionario Fethiye), l'uscita di un suo quindicennale lavoro sulle figure dei Briganti dello Stato napoletano e di quello pontificio.

Complimenti vivissimi per questa ricerca!!

_________________
Marilisa Morrone


L'ultima modifica di da Fiore il Lun Apr 12, 2010 3:44 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Utriusque Juris Doctor
Amministratore


Registrato: 20/01/07 15:09
Messaggi: 296
Residenza: Geracide

MessaggioInviato: Lun Apr 12, 2010 2:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mi associo alle precedenti congratulazioni verso gli organizzatori ed i relatori dell'interessantissimo convegno.

_________________
U.J.D.

"A faticosa impresa assai per tempo" (F. Petrarca, Canzoniere, 119, 12)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail AIM
Abate Correale



Registrato: 21/01/07 21:09
Messaggi: 532
Residenza: Urbs ac Hieracensis dioecesis

MessaggioInviato: Lun Apr 12, 2010 4:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

da Fiore ha scritto:
[..]E molto nuove le notizie apportate dallo studio di Alessio Bedini del Processo alla banda Mittiga: un personaggio da sempre etichettato come bandito, e che invece gli atti processuali restituiscono come un legittimista senza precedenti penali, come tutti della sua "Banda".


Lo studio presentato al colloquio riguardava solo quanto successo a Condojanni-S.Ilario e la parte di processo per i membri della banda Mittiga in questi eventi coinvolti coinvolti (17 + 8 fucilati).
Il processo generale alla banda Mittiga fu però qualcosa di molto più grande e in totale coinvolse quasi 200 persone. Di queste naturalmente non tutte erano incensurate. Wink

da Fiore ha scritto:
Mi ha molto colpito l'episodio di due degli 8 fucilati di Sant'Ilario che, dopo aver partecipato all'assalto a Condojanni che li porterà alla fucilazione, parlavano nella piazza del paese tranquillamente del fatto che Francesco II stava per tornare sul trono.


Si, quell'episodio è molto interessante e trasmette anche la notevole ingenuità delle persone dell'epoca. Di episodi come quello ce ne sono molti.

da Fiore ha scritto:
Se ce ne fosse bisogno, questo è un altro dato che si aggiunge a chiarire che il fenomeno etichettato totalmente come Brigantaggio cela una variegata realtà, in cui la delinquenza comune ebbe parte sicuramente (del resto in tutte le azioni di guerra si infiltrano poco di buono), ma di fondo molti di quelli che verranno chiamati briganti, erano in realtà legittimisti.

C'è ancora molto da studiare: rimbocchiamoci le maniche!!


Nello specifico uno studio organico sulla banda Mittiga e su ciò che successe nel settembre 1861 sarebbe molto interessante ma anche molto complesso. Solo per il processo, le varie sentenze (ce ne sono diverse), e tutti i vari strascichi ci sono circa una ventina di volumoni. Poi ci sono almeno altrettanti faldoni di corrispondenza da esaminare. Laughing

_________________
Ex abundantia enim cordis os loquitur (Mt 12,35)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Abate Correale



Registrato: 21/01/07 21:09
Messaggi: 532
Residenza: Urbs ac Hieracensis dioecesis

MessaggioInviato: Lun Apr 12, 2010 4:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

Licofoli ha scritto:
[..]Dando un'occhiata a fonti di diversa tipologia che fortunatamente per l'ottocento abbondano, si potrebbero integrare bene le relazioni dei sottindententi per avere un quadro più attendibile delle condizioni di vita nel distretto a cavallo dell'unificazione.[..]


Verissimo. Però a mio avviso è già interessante il fatto che sia nel decennio pre-unità che in quello post-unità la linea tracciata dai sottintendenti nelle loro relazione abbia una continuità assoluta. Consideriamo anche che ne cambiarono diversi di sottintendenti e quindi risultano ancor più attendibili le loro relazioni se vanno tutte in una direzione.

_________________
Ex abundantia enim cordis os loquitur (Mt 12,35)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Il salotto del Circolo Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Confirmed

Page generation time: 0.149